Sorpresi a rubare nel centro commerciale aggrediscono il personale della sicurezza

Arrestati due cittadini albanesi pizzicati dopo aver asportato le placche antitaccheggio dalla merce esposta

Erano stati notati dal commesso di un negozio di abbigliamento del Centro Commerciale “Befane” mentre, con fare sospetto, armeggiavano tra gli scaffali dello store. Quando i due, un 50enne e una 46enne entrambi albanesi, si sono resi conto di aver attirato l'attenzione si sono allontanati in tutta fretta abbandonando i capi che stavano maneggiando e, questo, ha insospettito ancora di più gli addetti che hanno chiesto l'intervento della sicurezza. I commessi si sono poi accorti che a due giubbotti e a un paio di pantaloni erano state asportate le placche antitaccheggio e, quando il vigilante ha chiesto spiegazioni ai due stranieri, questi hanno iniziato a inveire e spintonare l'addetto nel tentativo di scappare. Nel frattempo, sul posto, è arrivata una Volante della polizia di Stato che ha bloccato la coppia e recupeato due ganci utilizzati per forzare i dispositivi antifurto. La coppia è stata quindi ammanettata e portata in Questura dove è stata dichiarata in arresto per il reato di tentata rapina aggravata in concorso e per minacce gravi e successivamente tradotti in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento