Sorpreso a rubare sotto gli ombrelloni incustoditi, arrestato predone della spiaggia

Il malvivente approfittava dell'assenza dei bagnanti per rovistare nelle borse e impossessarsi degli oggetti di valore

Nel primo pomeriggio del 6 agosto, durante una serie di controlli del territorio, i carabinieri di Rimini hanno arrestato l'ennesimo predone della spiaggia. A finire in manette è stato un siriano 28enne, domiciliato a Reggio Emilia e già noto alle forze dell'ordine, che camminando sulla battigia tra i Bagni 103 e 86 addocchiava gli ombrelloni incustoditi. Approfittando dell'assenza dei bagnanti, rovistava poi tra le borse in cerca di oggetti di valore. Le vittime, appena si sono accorte di quello che stava accadendo, hanno dato l'allarme ai carabinieri che, arrivati sul posto coi nuovi Quooder, sono riusciti a bloccare lo straniero. Perquisito, è stato trovato in possesso di 4 cellulari appena rubati che gli sono valsi le manette. Processato per direttissima, martedì mattina il giudice ha convalidato il fermo e lo ha sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento