Sorpreso con una pistola illegale tenta la fuga dall'abitacolo della "gazzella"

Mentre veniva portato in caserma l'uomo ha approfittato di un semaforo rosso per gettarsi fuori dall'auto dei carabinieri

Rocambolesco arresto, nella mattianata di mercoleìd, per i carabinieri della Tenenza di Cattolica che, alla fine, sono riusciti a mettere le manette a un 57enne pesarese. I militari dell'Arma, secondo quanto emerso, sospettavano che l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, fosse in possesso di una pistola illegale e, quindi, si sono presentati alla sua abitazione per effettuare una perquisizione durante la quale, effettivamente, è spuntata un arma giocattolo priva del tappo rosso. Terminati gli accertamenti, si è deciso di portare il 57enne in caserma e, una volta caricato sulla "gazzella" i carabinieri sono partiti alla volta del comando ma, durante il tragitto, si sono fermati per un semaforo rosso. E' stato a questo punto che, il pesarese, con un guizzo ha aperto lo sportello gettandosi fuori dall'abitacolo nel tentativo di scappare. La prontezza dei militari dell'Arma ha permesso che la fuga fosse breve e, dopo pochi metri, l'uomo è stato acciuffato ma ha opposto una strenua resistenza arrivando a colpire i carabinieri con calci e pugni. Ammanettato e caricato nuovamente sulla "gazzella", il 57enne è arrivato in caserma dove è stato arrestato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento