Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Sorpreso dagli agenti mentre si disfa della cocaina, il pusher finisce in manette

Due stranieri sono stati fermati nella notte tra venerdì e sabato dal personale della polizia Municipale di Rimini

Un banale controllo stradale si è rivelato fatale per due stranieri, una bulgara 33enne e un albanese 48enne, fermati nella notte tra venerdì e sabato dagli agenti della Municipale. Verso le 2, all'altezza del Bagno 38, all'auto sulla quale viaggiavano i tre stranieri è stato intimato l'alt e, al momento del controllo dei documenti, l'uomo ha dichiarato di esserseli dimenticati nell'abitacolo della propria vettura parcheggiato poco lontano. Lo straniero è stato così accompagnato a recuperarli ma, mentre rovistava all'interno dell'auto, gli agenti hanno notato che cercava di disfarsi di un involucro di colore nero. Il 48enne è stato bloccato e, il personale della Municipale, ha recuperato il contenitore che custodiva 6,2 grammi di cocaina confezionata in 8 ovuli di plastica. Vista la situazione, anche la bulgara non ha potuto far altro che consegnare agli agenti un grammo della stessa sostanza in suo possesso. L'albanese è stato arresto e processato nella mattinata di sabato dove, il giudice, ha convalidato il fermo e disposto la scarcerazione in attesa della prossima udienza. La bulgara, invece, è stata segnalata in Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso dagli agenti mentre si disfa della cocaina, il pusher finisce in manette

RiminiToday è in caricamento