Sorpreso dai carabinieri a spacciare nel parco, era un richiedente asilo

E’ il decimo arresto dei militari dell'Arma del Nucleo Operativo di Rimini in poco meno di 20 giorni di attività

Continua l’attività dei carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Rimini presso il Parco Cervi che, nel pomeriggio di venerdì, è stato nuovamente il teatro dell'arresto in flagranza di uno spacciatore. Questa volta, a finire in manette, è stato un 22enne nigeriano richiedente asilo. Lo straniero era stato notato all'interno dell'area verde mentre cedeva una dose di marijuana, per un peso di 3,7 grammi, a una giovane marocchina. Quest'ultima è stata segnalata alla Prefettura come assuntrice. Il nigeriano, perqusito, è stato trovato in possesso di altre due dosi di marijuana, per un totale di 10,3 grammi, e 105 euro in contati ritenuti il provento di altre cessioni. Portato in caserma, dopo una notte in camera di sicurezza il 22enne è stato processato per direttissima dove ha patteggiato una perna di 1 anno e 2mila euro di multa oltre al divieto di dimora nella provincia di Rimini. E’ il decimo arresto dei carabinieri del Nucleo Operativo di Rimini in poco meno di 20 giorni di attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento