Sostegno agli studenti disabili nelle scuole, incontro sui punti critici del servizio

L'Amministrazione comunale ha incontrato sabato una delegazione degli educatori delle cooperative che prestano il servizio integrativo ai ragazzi con disabilità

L’Amministrazione comunale ha incontrato sabato una delegazione degli educatori delle cooperative che prestano il servizio integrativo ai ragazzi con disabilità che frequentano le scuole superiori della provincia. “La scelta di incontrare la delegazione e porsi in posizione d'ascolto - ha detto l'Assessore alla Scuola e alle Politiche educative Mattia Morolli al termine dell’incontro - è coerente  con l'attenzione che l'Amministrazione comunale di Rimini ha sempre avuto nei confronti dei cittadini in condizioni di svantaggio e tra questi, appunto, i ragazzi con disabilità che frequentano tutte le scuole di ogni ordine e grado. Va evidenziato che durante l'incontro non sono emerse particolari criticità sul servizio erogato ai nostri ragazzi salvo il fatto che, secondo la delegazione, vi sarebbero anche carenze di fondi da parte di qualche comune rispetto alla necessità di ore di integrazione richieste”.

Ed ancora l’assessore: “Diversamente, le criticità fortemente sottolineate dalla delegazione sono state quelle relative agli aspetti economici e alla sicurezza del proprio rapporto di lavoro in virtù dell'organizzazione del servizio, che risente dell'annualità nella definizione della domanda di integrazione necessaria, oltre al fatto che con la chiusura  delle scuole cessa l'attività fonte del loro reddito.  Prendiamo atto di quanto rappresentato dagli educatori - ha proseguito l'assessore Morolli - e sarà nostra cura promuovere un incontro tra tutti i comuni sul tema. Ciò  anche perché dagli istituti scolastici viene la richiesta che non siano più loro a fare i bandi per l’assunzione degli educatori ma siano i Comuni, che finora hanno "solo" finanziato la spesa, a fare i bandi direttamente. L'incontro sarà l'occasione anche per condividere i contenuti e assumere determinazioni condivise tra tutti i Comuni.”

Questa la lettura da parte Rete educatori  Rimini che ha partecipato all’incontro: “Abbiamo avuto occasione di spiegare in maniera approfondita cosa produce nel percorso di formazione scolastica degli studenti, la discontinuità, la diminuzione oraria in "corso d'opera" e, abbiamo sottolineato quanto risulti importante anche la nostra presenza in momenti istituzionalizzati (come durante gli incontri di condivisione dei Piani Educativi con Azienda USL, quanto in sedi di consigli di classe interni scolastici). Al momento la nostra presenza, in alcune situazioni, è richiesta ma non prevista”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Altro punto nel quale ci siamo trovati in accordo riguarda la perdita di ore in caso di assenza dell'alunno: anche qui abbiamo sottolineato quanto risulti importante sentirci ed essere a tutti gli effetti parte integrante della scuola, visto che la nostra professionalità è spendibile e facilmente integrabile in diverse modalità all'interno delle scuole (laboratori in gruppo, supporto ad alunni in difficoltà ma non certificati, aiuto nella gestione delle classi più complesse, etc); va aggiunto che la programmazione e la costruzione di materiale di studio al momento non è riconosciuta e viene effettuata fuori dall'orario di Servizio. Per poter costruire e programmare serve continuità, costanza e impegno, per questo richiediamo che si trovi una modalità che possa garantire il rispetto delle ore concordate ad inizio anno scolastico, non chiediamo niente di più. Questo permetterebbe agli operatori di essere funzionali a tutto tondo, e agli studenti di allenare competenze fondamentali con continuità, garantendo così diritti allo studente ed efficacia. Continueremo a monitorare l’operato dell’amministrazione in questi mesi determinati a porre fine a tutte le criticità del lavoro e del servizio che svolgiamo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento