Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Spacciatore con la febbre, si teme un Covid positivo e salta l'interrogatorio di garanzia

Convalidato il fermo dei carabinieri di Coriano, l'uomo era stato arrestato con 15 grammi di cocaina

Qualche linea di febbre ha fatto saltare l'interrogatorio di garanzia nei confronti dello spacciatore che, lo scorso 17 marzo, era stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Riccione che lo avevano pizzicato con 15 grammi di cocaina nascosti nel parasole della sua vettura. l'Uomo, un 49enne romeno difeso dall'avvocato Igor Bassi, nella mattinata di lunedì sarebbe dovuto comaprire davanti al giudice per l'interrogatorio di garanzia. Lo straniero, tuttavia, ha mostrato sintomi compatibili col Covid-19 ed è saltato tutto. Il magistrato, tuttavia, ha provveduto a convalidare l'arresto e a confermare il sequestro dello stupefacente e dei 3mila euro trovati in tasca al romeno mentre gli sono stati restituiti i due cellulari. Allo stesso tempo l'udienza è stata aggiornata a venerdì prossimo, per permettere di accertare lo stato di salute del 49enne, col il pusher che è stato sottoposto all'obbligo di dimora

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore con la febbre, si teme un Covid positivo e salta l'interrogatorio di garanzia

RiminiToday è in caricamento