Cronaca

Spacciatore ignora l'alt, carabinieri costretti a sparare in aria

Serata concitata a Novafeltria con il militare che ha estratto la pistola d'ordinanza esplodendo un colpo

Serata agitata, quella di martedì, a Novafeltria con un carabiniere costretto a sparare in aria per bloccare un fuggitivo. Tutto è iniziato intorno alle 20 quando una pattuglia dell'Arma, intenta a una serie di controlli antidroga, ha notato due giovani confabulare in modo sospetto e immaginando che stesse avvennedo uno scambio di stupefacenti i militari sono intervenuti. Alla vista delle divise i ragazzi hanno opposto resistenza e, dopo una serie di spintoni, sono scappati tallonati dai carabinieri. Un inseguimento durato diversi minuti che si è concluso nei pressi del supermercato Conad dove, uno dei fuggitivi, si è trovato senza più vie di fuga. E' stato a questo punto che il malvivente, uno straniero, dopo aver infilato una mano in tasca si è fatto minacciosamente sotto al militare dell'Arma. Quest'ultimo, dopo avergli intimato l'alt più volte e temendo per la propria incolumità, ha estratto la Beretta d'ordinanza esplodendo un colpo in aria. L'esplosione ha sortito i suoi effetti e, il fuggitivo, si è steso a terra mentre sul posto accorrevano gli altri carabinieri che hano provveduto a bloccarlo. Nelle tasche dello straniero sono spuntati alcuni grammi di marijuana e un coltello a serrmanico. Il tutto è valso al ragazzo una denuncia a piede libero per resistenza e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore ignora l'alt, carabinieri costretti a sparare in aria

RiminiToday è in caricamento