Spacciatore si presenta per la firma in Questura e viene arrestato

Lo straniero, già arrestato più volte, ha continuato la sua attività di pusher ignorando i provvedimenti del tribunale

Arrestato più volte per droga, un 21enne del Gambia in Italia come richiedente asilo, era stato sempre rimesso in libertà dal Tribunale di Rimini che lo aveva sottoposto all'obbligo di firma. Nonostante la misura cautelare, tuttavia, lo straniero era stato nuovamente pizzicato a vendere stupefacenti principalmente nella zona dell'arco d'Augusto e, allo stesso tempo, diverse volte si era "dimenticato" di passare negli uffici della polizia di Stato per firmare. Alla luce di questo, gli inquirenti hanno chiesto e ottenuto un aggravamento della misura cautelare. La prima volta che il 21enne si è quindi presentato, gli è stato notificato il provvedimento che ha fatto scattare le manette e il suo trasfertimento nel carcere riminese dei "Casetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento