rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Via Ain Zara

Spacciatore "social" incastrato dall'arrivo di un cliente

La perquisizione dell'abitazione ha permesso alla polizia di Stato di sequestrare oltre 8 chili di marijuana

Era uno spacciatore "social" quello arrestato nel pomeriggio di domenica dalla polizia di Stato che, seguendo un cliente, ha stroncato la fiorente attività di un 24enne sequestrando oltre 8 chili di marijuana. A smascherare il pusher è stato l'ultimo cliente che, verso le 16.30 di domenica, è stato visto aggirarsi con fare sospetto da una Volante che transitava lungo viale Tripoli. Gli agenti, incuriositi dal modo di fare del ragazzo lo hanno seguito fino a quando si è infilato in un portone di un'abitazione di via Ain Zara per poi uscirne poco dopo. Sospettando che ci fosse stata una cessione di stupefacente è stato fermato per un controllo e, alla vista delle divise, il giovane ha consegnato spontaneamente due involucri a suo dire contententi hashish specificando di averli appena comprati per 280 euro da un altro ragazzo contattato su una piattaforma social.

Chiesti i rinforzi, il personale della Questura si è così presentato all'appartamento in questione dove al suo interno hanno trovato un 24enne già noto alle forze dell'ordine per reati specifici. Messo alle strette il pusher non ha potuto far altro che ammettere di aver venduto lo stupefacente e nel corso della perquisizione sono spuntati 20 involucricontententi in tutto 8,230 grammi di marijuana, altri 40 grammi di hashish e 590 euro ritenuti provento di spaccio oltre a 4 bilancini di precisione, del materiale per il confezionamento della sostanza tra cui un piatto utilizzato per la cottura e l’estrazione della marijuana ancora intriso di sostanza e due repliche di fucili semi-automatici da guerra. Il tutto è valso al 24enne che è stato portato in Questura e, su disposizione del Pm di turno, arrestato e trasferito nel carcere dei "Casetti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciatore "social" incastrato dall'arrivo di un cliente

RiminiToday è in caricamento