Spacciatori al Bikini durante la festa del 23 aprile, incastrati dal fiuto dei cani antidroga

Il fiuto di Ulla e Donny, i cani antidroga della Guardia di Finanza di Rimini, ha permesso di arrestare anche un coltivatore di marijuana

Produttore e rivenditore di marijuana quello arrestato, dai militari della Guardia di Finanza, grazie al sensibile fiuto dei cani antidroga Ulla e Donny. Tutto è partito sulla spiaggia del Bikini di Cattolica, in occasione della festa del 23 aprile con Dj Ralf, con i Finanzieri che si sono presentati per controllare il pubblico dell'evento. I cani in divisa hanno subito segnalato i più diversi tipi di sostanze stupefacenti, cocaina, marijuana, hashish e anfetamine, in possesso di alcuni giovani, poco più che maggiorenn e arrivati da diverse zone d’Italia sulla spiaggia a ridosso dell’Acquario, per un after hour della durata di dodici ore. In tale contesto sono stati effettuati 6 sequestri amministrativi nei confronti di altrettanti soggetti italiani, per la detenzione di sostanza stupefacente. Inoltre, è stato effettuato un sequestro penale relativo ad ulteriori 27 dosi di varie droghe, in diversi luoghi dell’evento, evidentemente abbandonate da molti giovani alla vista dei Finanzieri e dei cani antidroga.

Il prosieguo dell’attività di controllo del territorio, attuata durante il lungo ponte della Liberazione, ha poi portato i finanzieri a individuare un cittadino macedone, di anni 28, trapiantato e residente a Riccione da molti anni, dedito allo spaccio nella zona delle discoteche riccionesi, trovato in possesso di vari spinelli e dosi preconfezionate di marijuana. Lo straniero è stato notato mentre parlottava con alcuni ragazzi in un luogo appartato, nei pressi delle discoteche, verosimilmente intento a cercare di “piazzare” la sua merce. Alla vista dei militari il 28enne ha cercato di allontanarsi ma, tallonato dalle divise e dai cani, è stato incastrato con lo stupefacente.

A seguito della successiva perquisizione domiciliare, effettuata nel comune di Riccione, i militari hanno scoperto una vera e propria serra artigianale per la coltivazione di marijuana. Nella sua camera da letto infatti, il soggetto aveva allestito una serra completa di lampada e aspiratore, al fine di creare le condizioni ambientali e climatiche ottimali per la crescita delle piante di “maria”. Per facilitare lo sviluppo delle piante il soggetto utilizzava anche specifici fertilizzanti. Le operazioni permettevano di rinvenire e porre sotto sequestro, oltre ad un bilancino di precisione, un ulteriore etto e mezzo di marijuana e complessive undici piante. Lo straniero, che peraltro risulta aver recentemente richiesto la cittadinanza italiana, è stato arrestato dai Finanzieri per produzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento