menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di droga, Renzi: "A Borgo Marina situazione grave. Va chiuso il distributore di bevande"

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia chiede al Comune che venga chiuso il distributore automatico

Il consigliere comuanale Gioenzo Renzi, Capogruppo conisliare di Fratelli d'Italia a Rimini, torna alla carica contro lo spaccio della droga e denunciando la situazione sempre più grave, come evidenzia, nel quartiere Borgo Marina. Renzi torna a un anno fa, quando in Corso Giovanni XXIII° era stato aperto un distributore automatico di caffè, acqua, birre fresche in lattina e altre bevande, in un piccolo locale privo della presenza di responsabili. "Avevo espresso, in Consiglio Comunale, la preoccupazione per l’insediamento di tale attività, aperta giorno e notte, in un luogo con la perdurante presenza degli spacciatori di droga, di aggravare i problemi di ordine pubblico, di insicurezza sociale, di degrado. Infatti, il Distributore Automatico sta diventando punto di riferimento degli spacciatori di droga e ritrovo degli “irregolari” della vicina area Stazione".

Prosegue Renzi: "Per questo, con l’interrogazione consigliare di giovedì sera, ho chiesto all’Amministrazione Comunale di adottare i provvedimenti per contrastare lo spaccio della droga nel Borgo Marina. Il Sindaco, per ragioni di ordine pubblico e di vivibilità urbana, disponga la chiusura del suddetto Distributore Automatico nel Borgo Marina, come già effettuato dal Sindaco di Ravenna con l'ordinanza del 4 febbraio 2019 (legittimata dal Tar dell’Emilia Romagna) sul divieto di installazione di un analogo Distributore Automatico nella zona della Stazione di Ravenna, per prevenire il degrado. Il Sindaco richiami l’attenzione del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza sull’aggravarsi dello spaccio della droga nel Borgo Marina (in Corso Giovanni XXIII°, Via Mameli, Via Vittime Civili) e siano attivate tutte le azioni di contrasto con l’impiego della Polizia Locale in coordinamento con le Forze dell’Ordine".

Il consigliere chiede inoltre che nel quartiere "sia utilizzata ed adeguata la video sorveglianza, con telecamere ad “occhio fisso”, per riprendere e registrare lo spaccio della droga e degli spacciatori. Vengano impiegate le unità cinofile, costituite nel 2018 (attuando dopo 4 anni la proposta del sottoscritto nel 2013), addestrate per individuare gli “spacciatori” e trovare le sostanze stupefacenti. Inoltre, l’Amministrazione Comunale costituisca un apposito Nucleo antidroga della Polizia Locale, specializzato, per condurre una efficace lotta alla droga nel Borgo Marina e in tutto il Comune di Rimini. Dinnanzi alla diffusione preoccupante della droga (cocaina, cannabis, eroina) che è diventata una vera e propria calamità nella nostra città, l’Amministrazione Comunale dovrebbe promuovere campagne di informazione, sui danni irreversibili provocati dal consumo della droga alla salute delle persone, dai giovanissimi agli adulti, con i relativi costi sociali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rimini sotterranea tra misteri e curiosità

Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

Attualità

Ciak in Romagna, avanti con i casting per il film "Le proprietà dei metalli"

Auto e moto

Cambio gomme: scatta l'obbligo di montare le estive


Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento