Spaccio di droga nelle discoteche, altri due arresti

È iniziato alle 20 di sabato sera e si è concluso nella prima mattinata di domenica il servizio straordinario di controllo del territorio organizzato dai Carabinieri della Compagnia di Riccione

È iniziato alle 20 di sabato sera e si è concluso nella prima mattinata di domenica il servizio straordinario di controllo del territorio organizzato dai Carabinieri della Compagnia di Riccione che ha controllato in modo particolare i locali notturni da ballo e le zone circostanti, al fine di sviluppare l’attività di contrasto alla micro-criminalità diffusa. L'operazione ha portato all'arresto di un pesarese di 44 anni, pregiudicato, e di un 29enne di Teramo.

SPACCIA A CATTOLICA - Il primo, C.G., commerciante, è stato colto dai militari di Cattolica in flagranza del reato di spaccio di droga mentre cedeva della cocaina a un 43 enne milanese domiciliato a Cattolica, successivamente segnalato come assuntore di droga alla competente autorità amministrativa. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare ulteriori 10 grammi di cocaina e la somma contante di 2200 euro,  ritenuta provento di spaccio. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Pesaro a disposizione dell’A.G. in attesa del rito direttissimo che si celebrerà domenica.

DROGA IN DISCOTECA - L'altro arresto ha riguardato O.G. 29 enne teramano, operaio, fermato dai Carabinieri del nucleo operativo di Riccione che hanno notato i suoi movimenti sospetti all’interno di una nota discoteca della collina riccionese. Il giovane fermato per un controllo, dopo una lieve resistenza, costituita nello spintonare i militari al fine di potersi sbarazzare della droga in tasca, è stato perquisito e trovato in possesso di 5 grammi di cocaina già suddivisa in singole dosi. La successiva perquisizione dell’autovettura ha consentito di rinvenire e sequestrare un coltello a serramanico per cui è stato anche deferito in stato di libertà per porto abusivo di arma. L’arrestato dopo aver trascorso la notte presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Riccione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato accompagnato per il rito direttissimo che si è celebrato nella mattinata del 25 novembre.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento