Spaccio fuori dal residence, scattano le manette per una coppia

Un sospetto "via vai" di persone in un residence ha dato inizio ad un'operazione della Squadra Mobile di Rimini che ha portato all'arresto di una coppia di conviventi con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Un sospetto “via vai” di persone in un residence ha dato inizio ad un’operazione della Squadra Mobile di Rimini che ha portato all’arresto di una coppia di conviventi con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le manette sono scattate per un operatore socio-assistenziale riminese di 52 anni e per una 40enen di Sondrio, residente a Rimini, entrambi con precedenti di polizia. Il movimento sospetto di giovani al 113 è stato segnalato da anonimi.

TROVATA ANCHE REFURTIVA - Gli uomini della Mobile si sono appostati, scoprendo così l’attività di spaccio nella zona. I due pusher sono stati fermati e identificati. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire nella camera da letto quattro grammi di eroina, suddivisi in dosi e pronti per esser spacciati, e il materiale per il confezionamento delle dosi. In casa sono inoltre spuntati un portafogli, un bancomat ed una carta di credito oggetti di furto all’ospedale di Rimini. Per questo motivo il 52enne è stato denunciato a piede libero per ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento