rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Spaccio e degrado, la stazione ferroviaria sorvegliata speciale dalla Municipale

Controlli quotidiani in una delle zone più pericolose della città da agenti in divisa e in borghese a cui si aggiungono le unità cinofile e l'occhio elettronico delle telecamere

E’ stato denunciato a piede libero un uomo di origini extracomunitari sorpreso, lo scorso sabato pomeriggio a spacciare  sostanze stupefacenti nella zona della stazione ferroviaria. Una zona che da diverse settimane è oggetto di presidio quasi quotidiano, da parte delle divise comunali, per prevenire e contrastare qualsiasi attività di spaccio, diffusione e consumo di sostanze stupefacenti, in alcuni casi segnalata dalle informazioni confidenziali provenienti dalle indagini, oppure anche dai cittadini residenti o che frequentano la zona. 

L’ultima azione messa in campo dagli uomini in borghese del Nucleo Sicurezza Urbana, coadiuvati dalle Unità cinofile, si è conclusa nel turno pomeridiano di sabato scorso, quando sono state fermate e identificate 2 persone, dedite al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Un intervento che si è portato a termine anche grazie all’uso delle telecamere di video sorveglianza in funzione nell’area. Occhi elettronici, in ausilio al presidio fisico della Polizia Locale, che tengono monitorati costantemente l’intero piazzale e le aree attigue. 

Gli agenti in abiti civili infatti stavano seguendo una persona sospetta, che era controllata contemporaneamente anche da un altro agente, posizionato ai monitor in collegamento radio dalla sala della video sorveglianza. Una volta avvenuto lo scambio tra soldi e dosi, gli uomini sul posto sono intervenuti immediatamente, fermando quasi simultaneamente sia l’acquirente che il venditore, entrambi giovanissimi di origini extracomunitarie. 
Dopo una prima negativa perquisizione personale eseguita dalle divise, sono state le unità cinofile a consentire il ritrovamento delle dosi - equivalenti a una decina di grammi di sostanza stupefacente - fiutate dai cani, che lo spacciatore aveva nascosto negli slip. 

Oltre al sequestro della sostanza rinvenuta e alla segnalazione in Prefettura, fatta nei confronti dell’acquirente, come prescrive la norma per la detenzione di modiche quantità, è scattato anche  il foto segnalamento e il rilievo dattiloscopia per la persona trovata in possesso delle sostanze sequestrate, denunciato a piede libero secondo quanto previsto dall’articolo 73 del codice penale, che punisce la detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. 

I controlli per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti continueranno anche nelle prossime settimane in tutti i luoghi sensibili del centro storico e in particolare nella zona di P.le Cesare Battisti e nei parcheggi della Stazione ferroviaria, dove la Polizia Locale è particolarmente concentrata da tempo con servizi mirati, in borghese, in divisa e con le unità cinofile
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio e degrado, la stazione ferroviaria sorvegliata speciale dalla Municipale

RiminiToday è in caricamento