rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Spese pazze con la carta di credito rubata a un industriale, lo shopping si conclude in manette

La vittima si è vista arrivare gli alert delle transazioni sul cellulare e ha avvisato la polizia di Stato con gli agenti che sono riusciti ad arrestare i malviventi

Lo shopping di due cittadini nordafricani, di 30 e 50 anni, si è concluso con un paio di manette appena il titolare della carta di credito usata dai malviventi, un noto industriale riminese, si è accorto delle transazioni che venivano fatte a sua insaputa. Nella giornata di lunedì i due malviventi si sono presentati in una tabaccheria di Rimini iniziando a fare acquisti e, al momento del pagamento, hanno consegnato una tessera magnetica provento di furto. Appena il tabaccaio ha passato la scheda nel pos, al titolare è arrivato un sms che lo avvisava dell'avvenuta transazione e ha avvertito la polizia di Stato segnalando anche il luogo dove era stata utilizzata la carta di credito. Sul posto è intervenuta una pattuglia delle Volanti con gli agenti che hanno pizzicato sul fatto il 30enne e il 50enne con tutta la mercanzia appena acquistata. Entrambi sono stati arrestati con l'accusa di utilizzo fraudolento di carta di credito e, dopo una notte in Questura, sono stati processati per direttissima martedì mattina. Il giudice, dopo aver convalidato il fermo, li ha rimessi in libertà con la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Rimini in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spese pazze con la carta di credito rubata a un industriale, lo shopping si conclude in manette

RiminiToday è in caricamento