menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spiagge, Riccione Beach Arena: via libera per il punto di ristoro e spogliatoi

“Vogliamo che Riccione si confermi come città leader nel campo della vacanza attiva e come città dello sport e lo sarà anche di più con la nuova variante al Piano di spiaggia", spiega il Sindaco Massimo Pironi

La Giunta comunale ha concesso alla Società Riccione Beach Arena Società Sportiva Dilettantistica srl di Riccione, iscritta al Coni, nella sua qualità di gestore del Beach Arena Riccione in viale Torino 22, l’autorizzazione in deroga per realizzare servizi igienici, spogliatoi, punto di ristoro, passerelle e impianto di illuminazione relativi all’attività di gioco di beach tennis, beach volley e foot-beach.

Il permesso di costruire in deroga, relativo ai servizi complementari alle attività sportive legate alla spiaggia praticate dalla società che gestisce l’area della Beach Arena, viene dunque concesso in considerazione del ruolo e dell’importanza che l’Amministrazione comunale riconosce alla promozione pratica sportiva tra i giovani e i giovanissimi, ma anche i meno giovani e i portatori di handicap, che da anni caratterizza l’attività della società sportiva dilettantesca Riccione Beach Arena. Da qui, l’interesse pubblico a mantenere viva l’area con attività ricreative e sportive, anche in funzione di supporto all’attività turistica dell’area Sud, caratterizzata dalla presenza di diverse ex colonie marine in disuso e priva di fatto di altre attrazioni sportive in grado di ravvivare la vita della spiaggia e delle sue adiacenze.

I sopralluoghi preliminari all’istruttoria del provvedimento, svolti dai tecnici comunali, hanno verificato la completa demolizione di tutti i manufatti precedentemente installati in assenza di titoli edilizi, ad eccezione di quelli già regolarizzati. Il permesso in deroga, infine, è vincolato allo svolgimento dell’attività sportiva che costituisce il fine sociale della società richiedente, e decadrà automaticamente nel caso in cui tale attività sportiva cessi, o comunque in ogni altro caso di utilizzo dell’area difforme da quello ricreativo e sportivo che da alcuni anni caratterizza l’area.

“Vogliamo che Riccione si confermi come città leader nel campo della vacanza attiva e come città dello sport – spiega il Sindaco Massimo Pironi – e lo sarà anche di più con la nuova variante al Piano di spiaggia. La città si è ritagliata in questi anni – anche grazie all’impegno delle nostre società sportive – un ruolo importante in campo nazionale e internazionale. Dobbiamo fare in modo che questa vivacità, la voglia di vivere la contemporaneità e di essere attori di innovazione si concretizzi nella capacità di attirare a Riccione nuove grandi manifestazioni sportive, importanti sia sotto il profilo turistico in sé che come veicolo di promozione e di comunicazione.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento