"Spiagge sicure", risultati eccellenti dell'operazione estiva: e per il 2019 si punta al raddoppio

Il Ministro dell’interno ha specificato che sono stati "assolutamente soddisfacenti" i risultati dell'operazione 'Spiagge sicure' che ha coinvolto 54 comuni costieri con una spesa di due milioni e mezzo di euro

Al termine della stagione estiva può definirsi assolutamente soddisfacente il bilancio relativo all’operazione “spiagge sicure” che, fin dalla fine di aprile, ha visto impegnati gli uomini della Polizia di Stato, della Capitaneria di Porto e delle Polizia Municipali principalmente dei comuni di Rimini, Riccione e Bellaria Igea Marina. anche in provincia di Rimini.

Sono stati infatti pianificati in Prefettura nell’ambito del locale comitato dell’Ordine e della sicurezza pubblica ed operativamente programmati dal Questore di Rimini Maurizio Improta, i servizi volti a contrastare l’abusivismo commerciale e i reati predatori in spiaggia. In attuazione del più ampio piano nazionale “spiagge sicure” disposto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, volto all’azione di prevenzione e contrasto al fenomeno della contraffazione ed abusivismo commerciale e dei reati predatori, sono stati infatti effettuati quotidiani e specifici servizi nelle principali aree turistiche della Riviera, con particolare riferimento alle spiagge dei Comuni di Rimini, Riccione, e Bellaria-Igea Marina (sotto la direzione del personale dei Posti di Polizia estiva aperti fino a qualche giorno fa), interessate da tale fenomeno, nei pressi del lungomare e delle spiagge.

Soltanto nell’Action day del 2 agosto il servizio congiunto espletato dal personale della Polizia di Stato, della Capitaneria di Porto e delle Polizie Municipali ha consentito di conseguire importanti risultati operativi: nel Comune di Rimini, nel corso del servizio sono state identificate 25 persone di cui 22 cittadini stranieri; di questi, 5 (2 cittadini cinesi, 2 cittadini del Bangladesh e 1 cittadino marocchino) sono stati accompagnati presso gli uffici di polizia per verificarne la regolarità sul territorio nazionale. Sono state accertate 5 violazioni amministrative mentre sono stati redatti 23 verbali di sequestro/rinvenimento di merci varie, per un totale di oltre 800 pezzi.

Nel Comune di Riccione, l’attività di contrasto ha permesso di accertare 3 violazioni amministrative, di cui, 2 per (prestazioni/massaggi in spiaggia) ed 1 per commercio abusivo e si è proceduto al sequestro di merce per oltre 150 pezzi tra articoli di oggettistica ed articoli elettronici.

Nel comune di Misano Adriatico, sono state accertate 2 violazioni amministrative per prestazioni/massaggi in spiaggia. Sono state controllate ed identificate 10 persone di origine straniera, regolari sul territorio nazionale, tra le quali una cittadina cinese per la quale è stato necessario l’accompagnamento presso gli uffici di polizia in quanto priva di documenti al seguito. Si è proceduto al sequestro di merce per oltre 200 pezzi tra articoli di oggettistica e ed abbigliamento.

Nel Comune di Bellaria-Igea Marina, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 24 unità operative, di cui 10 appartenenti alla Polizia di Stato, 10 alla locale Polizia Municipale e 4 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20. Sono stati redatti 11 verbali di sequestro amministrativo, 3 verbali per l’esercizio abusivo di estetista. Si è proceduto al sequestro di merce per oltre 700 pezzi tra articoli di oggettistica e chincaglieria.

Il totale della merce sequestrata nell’ambito dell’attività, ammonta a quasi 2.000 articoli di merce varia. Il dispositivo, impegnato tutti i giorni - mattina e pomeriggio con turni anche serali durante i fine settimana - ha permesso di contenere in maniera efficace il fenomeno, ottenendo al contempo lusinghieri risultati operativi, con numerosi sequestri di merce contraffatta di varia natura, pelletteria (borse, zaini, portafogli) - abbigliamento (polo, t-shirts, pantaloni, giacche, felpe), oggettistica (occhiali, braccialetti, collane ecc.) e con decine di persone arrestate e denunciate per aver rubato o tentato di rubare oggetti ai bagnanti che si erano allontanati dal loro ombrellone: nei mesi di luglio e agosto sono stati complessivamente 98 i sequestri amministrativi, 609 i rinvenimenti e 18 i sequestri penali, il tutto per decine di migliaia di “pezzi”.

A tale riguardo anche il Ministro dell’interno ha specificato che sono stati "assolutamente soddisfacenti" i risultati dell'operazione 'Spiagge sicure' che ha coinvolto 54 comuni costieri con una spesa di due milioni e mezzo di euro. "L'obiettivo l'anno prossimo - ha aggiunto - è decuplicare gli interventi passando a 500 comuni. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati 340mila prodotti per un importo superiore a 2,7 milioni di euro. Sono stati recuperati anche prodotti pericolosi per la salute".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento