Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Stadio off limits per gli Alpini, il Rimini rischia di dover emigrare per la sfida dell'anno. Ipotesi San Marino

Protestano i tifosi, rebus in vista della partita dell'8 maggio inizialmente in trasferta finché non è stato cambiato il calendario: "Gli Alpini metteteli a palazzo Garampi"

Galeotto fu il cambio di calendario a stagione in corso. Causa Covid. Il Rimini lo aveva già richiesto alla Lega con largo anticipo, a inizio stagione, di poter giocare il turno dell’8 maggio in trasferta. Vista la concomitante organizzazione dell’Adunata Nazionale degli Alpini. Richiesta che era stata inizialmente accolta, salvo poi modificare le carte in tavola per via dello slittamento del calendario per via del Coronavirus. Così il Rimini Calcio si trova, in quella che potrebbe essere la sfida decisiva dell’anno per la promozione in serie C, con il rebus campo.

Lo stadio Romeo Neri nei giorni precedenti l’8 maggio è off limits dato che ospiterà l’apertura dell’Adunata. E domenica la partita sarebbe proprio in concomitanza con la sfilata degli Alpini, con mezza città completamente chiusa al traffico e con il servizio di ordine pubblico impegnato in forze per garantire la sicurezza in quello che sarà l’evento più importante dell’anno. Le ipotesi si sommano, ma non è un quadro semplice: la soluzione più ovvia sarebbe spostare la partita anche solo di un giorno, ma non si può perché essendo il penultimo turno della serie D va garantita la concomitanza su tutti i campi per la regolarità del campionato.

E quindi che succederà? Il Rimini sta setacciando in lungo e in largo tutti i campi della zona e alla fine in queste ultime ore starebbe prendendo largo l’ipotesi di emigrare per la sfida dell’anno allo stadio di San Marino. Fantacalcio? Secondo fonti interne alla società riminese sembra la soluzione più percorribile, anche se ci saranno ulteriori sforzi con Comune in primis ma anche la Prefettura per trovare la soluzione più adatta.

Sul tema hanno preso posizione anche le tifoserie organizzate. Che sugli spalti, nell’ultimo turno di campionato, hanno esposto uno striscione con scritto: “Non dobbiamo cercare altri campi, gli Alpini metteteli a palazzo Garampi”. Anche se la società specifica che l’amministrazione non ha alcuna colpa sulla vicenda e che anzi i contatti con il sindaco e l’amministrazione sono continui per trovare una soluzione. Che la data dell’8 maggio fosse da off limits già lo si sapeva da oltre un anno. Il problema nasce dai continui cambi in corso d’opera del calendario. Se sarà “esilio” forzato nel match decisivo contro il Seravezza Pozzi sarà una scenario davvero inusuale ma probabilmente inevitabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio off limits per gli Alpini, il Rimini rischia di dover emigrare per la sfida dell'anno. Ipotesi San Marino
RiminiToday è in caricamento