menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Entra a scuola e picchia il fidanzato della ex: stalker in manette

S.M.C., 22enne di Reggio Emilia ma domiciliato a Bellaria, è stato arrestato nel pomeriggio di giovedì dai Carabinieri della locale stazione con l'accusa di atti persecutori, sequestro di persona

S.M.C., 22enne di Reggio Emilia ma domiciliato a Bellaria, è stato arrestato nel pomeriggio di giovedì dai Carabinieri della locale stazione con l'accusa di atti persecutori, sequestro di persona, violenza privata e violazione di domicilio. L'arresto del giovane, celibe e disoccupato e con vicende penali a carico, è stato effettuato in ottemperanza ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 30 marzo scorso dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale Rimini

Nel periodo compreso tra l’ottobre del 2011 ed il gennaio del 2012, il 22enne ha molestato, minacciato, pedinato e perseguitato reiteratamente l’ex fidanzata di 20 anni, originaria di Rimini ma residente da diversi anni a Bellaria, costringendola di fatto a mutare le sue abitudini di vita ed ingenerandole un fondato timore per la sua incolumità personale.

Nella sera del 30 ottobre 2011 il ragazzo l'aveva letteralmente sequestrata, costringendola a rimanere con lui in casa, trattenendole il cellulare in modo da non farle chiedere aiuto, rifiutando le telefonate dei suoi genitori ed inviando loro SMS fuorvianti tali da indurli a credere che la figlia fosse contenta di essere insieme al suo fidanzato.

Ma non è tutto: qualche mese dopo, esattamente il 24 gennaio ma anche in altre occasioni, al fine di controllarla ed incontrarla, si era abusivamente introdotto all’interno dell’istituto scolastico frequentato dalla ex fidanzata, ove aveva anche cercato di entrare in classe, aggredendo anche il nuovo compagno della sua ex fiamma.

Inoltre molto spesso, con violenza e minacce, ha costretto la ragazza ad abbandonare il luogo e la compagnia in cui si trovava per seguirlo nei suoi spostamenti, aggredendola ed impossessandosi del suo cellulare per impedirle di chiedere aiuto.


La ragazza, sentendosi pedinata, controllata, minacciata e perseguitata, proprio dopo l’ennesimo episodio a scuola aveva deciso di chiedere aiuto ai militari della Stazione Carabinieri di Bellaria che, dopo aver ricevuto la denuncia della giovane, la rassicuravano, avviando le conseguenti attività d’indagine volte a corroborare il quadro indiziario. Anche questo caso è stato pertanto positivamente risolto grazie all’umanità, alla comprensione ed alle metodologie operative poste in essere dai Carabinieri per assistere le vittime, analizzare il comportamento degli stalker e neutralizzarne l’operato. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva infine accompagnato presso la propria abitazione agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento