Cronaca

Stalking e foto compromettenti della ex, a processo un ragazzo riminese

La donna, dalla quale ha avuto un figlio, lo accusa di essere un tossico e di averla violentata durante un incontro per vedere il bambino

La fine di una storia d'amore non è mai una cosa piacevole soprattutto se lui, un 35enne riminese, si trasforma in stalking. La presunta vittima, in questo caso, è una ragazza 27enne, sempre di Rimini, dalla quale l'uomo aveva avuto anche un figlio. Quando lei decide di lasciarlo, però, lui inizia a perseguitarla con tanto di pedinamenti, appostamenti, telefonate e sms che rendono la nuova vita della donna un vero e proprio inferno tanto che, lei, decide di rivolgersi alle forze dell'ordine per denunciarlo. Nel racconto che la 27enne mette nero su bianco nella denuncia, vengono elencate tutte le presunte molestie che il 35enne ha messo in atto arrivando, sempre secondo quanto raccontato dalla vittima, a mostrarle delle foto di lei nuda e in atteggiamenti spinti minacciandola di renderle pubbliche per dimostrare che non è nemmeno in gradi di fare la madre. Nella denuncia, inoltre, la donna spiega come in occasione di una visita dell'uomo al figlio, il 35enne l'avrebbe anche violentata con una serie di insistenti palpate al seno e ai glutei. A tutto questo, poi, si aggiunge anche l'ipotesi avanzata dalla ragazza che il suo ex compagno abuserebbe di sostanze stupefacenti nonostante, però, il 35enne sia iscritto all'Avis e, regolarmente, doni il suo sangue. Nella mattinata di venerdì in tribunale, sul banco dei testimoni sono saliti quelli dell'accusa che, sostanzialmente, hanno confermato la versione della 27enne mentre, il prossimo febbraio, toccherà alla difesa del 35enne, portata avanti dagli avvocati Monica Rossi e Gilberto Gianni, fare luce sul racconto della ragazza la cui versione è ancora da approfondire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking e foto compromettenti della ex, a processo un ragazzo riminese

RiminiToday è in caricamento