rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

Stangata al bar centrale dello spaccio, licenza sospesa per 45 giorni

I titolari del locale di Cattolica erano stati arrestati dai carabinieri che avevano accertato numerosi episodi di spaccio

Il titolare e il suo dipendente, entrambi 25enni, erano stati arrestati dai carabinieri di Cattolica lo scorso 13 agosto dopo che, i militari dell'Arma, avevano accertato che nel loro bar era stato messo in piedi un vasto giro di spaccio. Al termine delle indagini, gli inquirenti avevano relazionato la Questura dei vari episodi di cessione di cocaina, hashish e marijuana anche a minorenni e, il Questore di Rimini Maurizio Improta, ha deciso di applicare l'articolo 100 del Tulps sospendendo, per 45 giorni, la licenza a "Lo Spuntino" di piazza della Repubblica. La clientela del locale, che tra un cappuccino e un cornetto non disdegnava gli stupefacenti, era composta in prevalenza da ragazzini che si presentavano al bancone per fare rifornimento di droga.

Il blitz dei carabinieri era scattato nella serata di lunedì quando, i due 25enni, sono arrivati al locale e prima di entrare avevano nascosto un pacchetto di sigarette contente 12 dosi di cocaina. Bloccati entrambi, nelle mutande del collaboratore erano stati rinvenuti anche 30 grammi di hashish e il foglio degli appuntamenti coi clienti mentre, addosso al titolare, 2mila euro in contanti ritenuti il provento delle cessioni. Mentre gli investigatori stavano perquisendo il locale, nel bar era arrivato un gruppetto di 16enni, due provenienti da Urbino e un cattolichino, proprio per rifornirsi di droga. Messi alle strette, i ragazzini hanno confermato di essere clienti abituali dei due pusher.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stangata al bar centrale dello spaccio, licenza sospesa per 45 giorni

RiminiToday è in caricamento