Stazione, parchi e capanni sul lungofiume: nuovi controlli della Polizia con i cani antidroga

Trovate sostanze stupefacenti e un capanno da pesca trasformato in un dormitorio abusivo

Parchi, stazione e lungofiume sono stati passati al setaccio dal reparto cinofilo in forza alla Polizia Giudiziaria di Rimini, che ha portato a termine un vasto servizio di controllo, a contrasto del degrado urbano e dello spaccio di sostanze stupefacente. Con l’ausilio delle unità cinofile al completo - Bruce e Jago, i cani specializzati nella ricerca di sostanze stupefacenti mentre, Pablo e Thor, addestrati per l’ordine pubblico e la sicurezza – gli agenti della Polizia Locale sono stati impegnati nel monitoraggio di alcune aree sensibili oggetto di diverse segnalazioni da parte dei residenti. Quest’ultimo servizio si è concentrato in diverse zone della città, a partire dalla stazione ferroviaria, Borgo Marina, per poi passare ai parchi Cervi, Madre Elisabetta Renzi e lungo il tracciato del metromare.

controlli - polizia-3

Zone dove è stata più volte segnalata la presenza di persone dedite allo spaccio e per i quali la presenza delle unità cinofile rappresenta un forte deterrente, oltre che elemento di sicurezza per gli agenti impegnati. Nel corso del controllo sono state rinvenute due dosi di marjuana e hashish e un paio di dosi di eroina, oltre a tutto il materiale utile per il confezionamento. Sono inoltre state identificate due persone, cittadini tunisini, già note alle forze dell’ordine per spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una specifica operazione inoltre è stata condotta sul lungo gli argini del fiume Marecchia, tra Rivabella e San Giuliano. Il controllo ha interessato anche i capanni da pesca presenti sul lungofiume, uno dei quali era stato trasformato in dormitorio abusivo. Il capanno è stato sgomberato e a breve si interverrà con il supporto di Hera per ripulire tutta l’area sottostante dal materiale abbandonato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi torna a Rimini, fan scatenati: pioggia di autografi e selfie

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento