rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Infrastrutture

Stazioni ferroviarie sempre più sicure: dalla Regione fondi per presidi di sorveglianza e attività di controllo itineranti

L’assessore Corsini: “Impegno serio e capillare per la sicurezza del personale e dei viaggiatori. L’obiettivo è intercettare e prevenire le azioni di disturbo”

Stazioni ferroviarie: chi lavora, sale, viaggia e scende dal treno deve sentirsi sicuro. Ogni giorno, a qualsiasi ora. A questo proposito la Giunta regionale dell’Emilia-Romagna ha approvato, per il terzo anno consecutivo, un pacchetto di risorse da 125mila euro che - da agosto a dicembre 2022 - sarà destinato alla tutela della sicurezza e alla prevenzione dal vandalismo nelle stazioni ferroviarie di tutto il territorio. Fondi che serviranno a finanziare una capillare attività itinerante di vigilanza armata (da parte delle guardie giurate) e di presidio nelle stazioni ferroviarie dove si registrano particolari criticità. Si tratta di azioni a supporto degli utenti e del personale viaggiante e che vanno ad aggiungersi al servizio di controllo delle forze dell’ordine già attivo a bordo dei convogli.

“Continuiamo a investire sulla sicurezza di chi ogni giorno lavora e si sposta sulle nostre linee ferroviarie - sottolinea l’assessore regione ai Trasporti e Mobilità, Andrea Corsini -. Senza tollerare alcuna forma di violenza, degrado o vandalismo. A questo proposito ci tengo a rinnovare il mio ringraziamento al Prefetto di Bologna e a tutto il personale delle forze dell’ordine per la professionalità dimostrata, soprattutto in questi ultimi mesi caratterizzati da spiacevoli episodi di violenza. Arrivare a soluzioni sempre più efficaci a intercettare e prevenire qualsiasi atto di disturbo e vandalismo è una priorità assoluta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazioni ferroviarie sempre più sicure: dalla Regione fondi per presidi di sorveglianza e attività di controllo itineranti

RiminiToday è in caricamento