Cronaca

Stazioni sci, Bonaccini: "Subito i ristori. Sono vacanze rischiose, curioso che la Svizzera le permetta"

"Il problema riguarda ciò che ruota attorno alle vacanze, cioè eventuali assembramenti nei luoghi oltre le piste da sci"

Se le stazioni sciistiche "non riaprono fino ai primi di gennaio servono ristori subito e adeguati". Lo dice il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, che mercoledì su La7 torna sul tema delle settimane bianche. Secondo Bonaccini non è tanto lo sciare in quanto tale, sport che si pratica "all'aria aperta e quasi sempre col casco", a creare il rischio, "il problema riguarda ciò che attorno alle vacanze, cioè eventuali assembramenti nei luoghi oltre le piste da sci".

Sul tema comunque "mi interessa ragionare insieme al Governo e insieme all'Europa. Mi pare che l'Austria stia decidendo di tener chiuso, Francia e Germania hanno chiesto all'Unione europea di prendere una decisione per le regioni alpine uniforme e tenderebbero alla chiusura. La Svizzera la trovo un po' curiosa, è uno degli stati messi peggio in questo momento, con le terapie intensive che stanno esplodendo e si permette di riaprire".

(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazioni sci, Bonaccini: "Subito i ristori. Sono vacanze rischiose, curioso che la Svizzera le permetta"

RiminiToday è in caricamento