Stefano Fabbri, un riminese nel Collegio revisori dei conti di Bologna

Il professionista: 'l’obbiettivo è garantire alla collettività adeguato controllo sulle attività amministrative, economiche e finanziarie della Cosa pubblica'

Eletto la scorsa settimana a Bologna, (lunedì 6 luglio) con voto del Consiglio Comunale, il nuovo Collegio dei revisori dei conti dell’amministrazione pubblica del capoluogo dell’Emilia Romagna. Uno dei tre membri del Collegio è il commercialista riminese, Stefano Fabbri, socio fondatore dello studio di consulenza aziendale e fiscale Skema. Fabbri rimarrà in carica, come stabilito dalle norme, per il triennio 2015/2018. In passato, Stefano Fabbri ha già fatto parte o presieduto i Collegi di revisione di Comuni come Rimini e Bellaria-Igea Marina.

“L’incarico è importante e impegnativo. Sono molte le responsabilità che questo tipo di organismo assegna a noi professionisti, in particolare se riferito a una grande città metropolitana come Bologna  – commenta Stefano Fabbri – L’obbiettivo è garantire alla collettività adeguato controllo sulle attività amministrative, economiche e finanziarie della Cosa pubblica e queste nomine, che avvengono per sorteggio  nell’ elenco dei professionisti specializzati nella revisione di enti pubblici, sono un ulteriore garanzia di autonomia, indipendenza e professionalità. Il tutto però in un’ottica di confronto costruttivo e professionale che deve sempre accompagnare il rapporto con l’ente pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infatti, in linea con norme e criteri di trasparenza, di controllo e verifica, il Collegio dei revisori, soggetto terzo e autonomo, svolge un’importante ruolo di salvaguardia della finanza pubblica. Nel suo mandato troviamo compiti quali, rilevare e proporre interventi per migliorare efficienza, produttività ed economicità della gestione, oltre a svolgere un ruolo di vigilanza e certificazione sui bilanci, esprimendo obbligatoriamente pareri sulla loro congruità e coerenza.  In sintesi, giudizi e valutazioni sempre indipendenti e di specifico valore professionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento