Stefano Soldati è il nuovo direttore dello Stadio del Nuoto di Riccione

Riminese classe 1958, laureato ISEF, ha maturato una grandissima esperienza nel settore del nuoto alla Polisportiva Garden Rimini, dove è rimasto per ben 36 anni

da sinistra: Stefano Soldati, Giuseppe Solfrini, Giorgio Gori

Lo Stadio del Nuoto di Riccione ha un nuovo direttore. La Asd Polisportiva Riccione, che si occupa della gestione dell’impianto natatorio riccionese, ha scelto Stefano Soldati.
Soldati, riminese classe 1958, laureato ISEF, ha maturato una grandissima esperienza nel settore del nuoto alla Polisportiva Garden Rimini, dove è rimasto per ben 36 anni ricoprendo diverse mansioni, sia a livello dirigenziale, sia di coordinamento, sia propriamente di istruttore. Soldati è professore di educazione fisica e di sostegno. Attualmente si dedica a questo tipo di attività in seno alla Comunità di San Patrignano.

“Abbiamo scelto una persona che conosce bene il nostro ambiente e ha grande esperienza nella gestione di impianti natatori – ha spiegato il presidente della Polisportiva Riccione, Giuseppe Solfrini -. Nell’ottica di crescita che abbiamo sempre perseguito, era arrivato il momento giusto per aggiungere una figura dirigenziale che si occupasse della gestione di tutte le attività legate all’acqua. Ringrazio chi in questi anni si è occupato di questi aspetti, il vicepresidente Giorgio Gori e Simona Del Secco, ai quali era stato chiesto uno sforzo in più rispetto ai normali compiti. La scelta di dotarci di un nuovo direttore è stata fatta anche in previsione dei due grandi lavori di ampliamento che sono in programma: l’ampliamento del piano vasca interno per il quale l’inizio dei lavori è previsto per il 2019 e la copertura della vasca esterna da 50 metri, su cui stiamo già lavorando per la progettazione. Entrambi i lavori permetteranno a questo impianto, già fiore all’occhiello a livello nazionale e internazionale, di rimanere al passo con i tempi e di ospitare le gare senza gravare sulla fruizione da parte dell’utenza quotidiana. Tra il 2019 e il 2020 arriveranno a Riccione due eventi internazionali di grande richiamo e con numeri da capogiro: prima l’Europeo e poi il Mondiale di nuoto per salvamento. Ci faremo trovare pronti”.

“Evidentemente Riccione era nel mio destino – spiega il neo-direttore Stefano Soldati -, perché proprio qui ho fatto la mia prima esperienza da istruttore nell’ormai lontanissimo 1980, all’apertura dell’impianto con una sola vasca da 25 metri. Da quel tempo l’impianto è cambiato e migliorato tantissimo e sono pronto ad accettare questa sfida mettendomi a capo di una squadra già rodata, a cui chiedo la massima collaborazione. Ringrazio il presidente Solfrini, il vicepresidente Gori e il direttivo della Polisportiva per avermi chiamato e per avere scelto la mia figura tra le altre candidature. Dopo 36 anni al Garden credo di conoscere bene il settore nuoto e sono pronto a dare il mio contributo nella gestione per fare crescere ancora di più questa struttura”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento