menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop all'AstraZeneca, l'insegnante già vaccinata: "Subito assalita dalla paura, ma ho fiducia nella scienza"

"Ansia e timori adesso ci sono, ma è un siero approvato. Vaccinarsi è l'unica nostra salvezza per uscire dalla pandemia"

Divieto di utilizzo del vaccino anticovid AstraZeneca su tutto il territorio nazionale. E’ questa la decisione presa lunedì dall’Agenzia italiana del farmaco Aifa e va ricordato che è in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell'Ema (l'Agenzia europea dei medicinali). Una decisione assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei come Germania e Francia.

Tra le diverse categorie vaccinate con l'AstraZeneca ci sono anche gli insegnanti e, già nei giorni scorsi, dopo i casi nazionali e internazionali balzati alle cronache, ci sono stati alcuni medici di base che si sono trovati con diversi appuntamenti disdetti. Ma ci sono stati soprattutto quelli che il vaccino lo hanno fatto, fra cui una insegnante riminese, che proprio sabato ha ricevuto una dose di siero del lotto abv5811, con data di scadenza il 6 giugno 2021. Un numero che appena lo ha riletto sul foglio rilasciato dal medico l’ha fatta sobbalzare. "Corrisponde al lotto che ho appreso è stato bloccato lunedì in Italia. Non volevo crederci, ma è così".

"Fortunatamente non ho avuto reazioni troppo forti dopo aver ricevuto la dose – racconta – ad esempio so di persone che dopo il vaccino hanno avuto la febbre molto alta. Una possibilità che mi aveva anche preannunciato il medico, una normale reazione per cui sarebbe bastato prendere la tachipirina. Invece, ho solo avuto un forte mal di testa, nausea e una grande stanchezza che avverto ancora adesso dopo più di 48 ore dalla somministrazione”.

Dopo la notizia della sospensione temporanea del vaccino ansie e paure si stanno affacciando in queste ore e le chat tra chi ha fatto il vaccino e i familiari in apprensione sono roventi. “Un timore naturale, la paura in un primo momento l'ho provata e non auguro a nessuno di vivere questi momenti, ma ho molta fiducia nella scienza. E' un farmaco approvato. Non avendo avuto disturbi gravi o particolari cerco di non lasciarmi sopraffare dalla preoccupazione. Voglio stare tranquilla il più possibile e spero che questa situazione non induca le persone a non vaccinarsi. E' l'unica maniera per poter uscire insieme da questa pandemia”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verucchio, inaugurata dal sindaco una nuova pizzeria d'asporto

social

Cassoni riminesi, la ricetta per farli in casa

Giardino

Bonus Verde 2021: nuovo look al giardino spendendo poco

Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

  • Alimentazione

    Dimagrire con la dieta del riso rosso

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento