Stop alle auto dei genitori, la strada della scuola diventa isola pedonale

Panchine e fiori al posto di macchine e motorini, partita questa mattina la sperimentazione alle scuole De Amicis

Fino a ieri le scene erano le solite, quelle cui siamo purtroppo abituati ad assistere fuori dalle scuole ad ogni latitudine: genitori e parenti ad intasare con veicoli a motore gli ingressi scolastici per lasciare i propri figli sin dentro ai cortili, con il risultato di vedere quotidianamente caos e aria inquinata.Questra mattina, invece, quello che si sono trovati di fronte bambini e genitori della scuola primaria De Amicis di via Gadames è stata una vera e prorpia rivoluzione verde: tappeti blu e arancioni, fiori, panchine e aiuole, la strada completamente libera da auto e motorini dove arrivare ed uscire da scuola in completa autonomia e sicurezza, magari fermandosi a giocare con gli amici poco prima di andare a lezione o di tornare a casa. La “sorpresa” dell'isola pedonale alla De Amicis sarà sperimentata per queste ultime due settimane di scuola, con la limitazione della circolazione nel tratto che porta davanti all'ingresso della scuola. Ad accogliere le famiglie, questa mattina, c'erano anche gli assessori alla mobilità Roberta Frisoni e ai servizi educativi, Mattia Morolli.

“Un esperimento – hanno spiegato Frisoni e Morolli – che, in caso di esito positivo, vorremmo riproporre il prossimo anno in tre o quattro scuole già individuate. Un modo diverso di vivere la scuola a cui abbiamo chiamato a copartecipare la scuola, le famiglie e gli stessi alunni; proprio a loro chiederemo di pensare e immaginare l'isola pedonale del prossimo anno. Un modo di intendere la scuola e l'educazione in maniera globale, non sono dentro le classi ma a partire dai giardini, dai cortili e dal tragitto scuola lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento