rotate-mobile
Cronaca

"Stop Climate Change" e "Stop War", come partecipare alla scritta umana che sarà ripresa dal satellite

Alla luce degli eventi recenti, l’associazione promotrice ha deciso di rinnovare l’iniziativa affiancando a “Stop Climate Change” un'ulteriore scritta da sottoporre al passaggio satellitare: “Stop war”

Sabato (26 marzo) appuntamento sulla spiaggia di Rimini con la cittadinanza per formare le scritte "Stop Climate Change" e "Stop War", che verranno immortalate da un satellite a 620 chilometri di altezza. L’associazione organizzatrice The Climate Route: “Dati i tragici accadimenti internazionali abbiamo voluto rinnovare l’iniziativa aggiungendo il riferimento alla guerra in atto. Questo conflitto, oltre a creare inutile dolore, rischia di esacerbare ancora di più l’emergenza climatica”. L’associazione di promozione sociale The Climate Route sta organizzando un evento unico nel suo genere: sabato 26 marzo, alle ore 9, appuntamento con la città sulle spiagge di Rimini, lato sud canale porto (dal bagno numero 11 alla spiaggia libera) per formare una scritta umana.

Alle 11,02, in corrispondenza del lido, passerà il satellite Pléiades Neo per riprendere l’evento da un’altezza di circa 620 chilometri e scattare una serie di foto memorabili dall’alto. Alla luce degli eventi recenti, l’associazione promotrice ha deciso di rinnovare l’iniziativa affiancando a “Stop Climate Change” un'ulteriore scritta da sottoporre al passaggio satellitare: “Stop war”.

“Dati i recenti accadimenti internazionali, non potevamo rimanere indifferenti a tutto questo – spiegano gli organizzatori -. Le guerre, oltre a generare dolore, sofferenze e sangue, contribuiscono enormemente all’emergenza climatica e all’esacerbazione di questa crisi. Come The Climate Route siamo convinti che nonostante il poco tempo a disposizione, sia ancora possibile invertire la rotta e salvare il pianeta, a patto però che vengano rispettate alcune condizioni necessarie: porre fine agli spargimenti di sangue in nome del rispetto della dignità umana e procedere concretamente alla transizione ecologica, senza cedere, in alcun caso, al catastrofismo che genera paura e indifferenza. La questione energetica, e non solo quella contingente legata al conflitto in corso, non può essere affrontata riesumando le centrali a carbone o procedendo a ulteriori perforazioni per reperire combustibili fossili. Questo significherebbe tornare indietro con le lancette dell’orologio, pregiudicando il nostro futuro e le innovazioni in materia”.

L’evento di sabato 26 marzo verrà integralmente coperto in diretta dall'emittente radiofonica Radio Bruno. All’evento parteciperanno attivamente varie realtà locali tra cui: Cgil Rimini, Anpi Rimini e molte associazioni culturali impegnate in provincia di Rimini e nella Romagna. Infine grazie all’aiuto di Fluxo movement, ci sarà la possibilità per i partecipanti di tenersi in movimento nell’attesa della scritta. Fondamentale, per la buona riuscita dell’iniziativa, la collaborazione con Planetek Italia grazie al cui apporto sarà possibile realizzare queste serie di foto dal cielo. L’iniziativa si svolgerà col patrocinio dei Comuni di Rimini e Santarcangelo di Romagna e vedrà coinvolti i cittadini, le scuole e numerose realtà associative appartenenti al territorio riminese e dintorni.

L’appuntamento è alle ore 9 presso l’infopoint adiacente alla spiaggia libera (Piazzale Boscovich) per iniziare a formare la scritta grazie ai volontari di The Climate Route e delle realtà locali. Per facilitare l’organizzazione e perché ognuno trovi il proprio posto tra le varie lettere è consigliabile registrarsi al sito https://booking.stopclimatechange.space.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stop Climate Change" e "Stop War", come partecipare alla scritta umana che sarà ripresa dal satellite

RiminiToday è in caricamento