rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Riccione

Le stoviglie ora sono prodotte in crusca di frumento, la scommessa "bio" dell'azienda riccionese

I piatti si possono anche mordere, sono biodegradabili e contribuiscono alle scelte d’impresa in linea con la salvaguardia dell’habitat naturale e del pianeta

Viareggio, Bologna, San Marino e Lucca. Questi i quattro appuntamenti d’inizio, metà e fine settembre che attendono la Bonfitaly di Riccione, esclusivista italiana dei prodotti monouso Biotrem, attiva nel campo delle stoviglie bio in crusca di frumento. “Dopo due anni di pandemia da Covid-19 - spiega Sandro Bonfini, direttore Bonfitaly - siamo pronti a ricominciare il nostro viaggio lungo lo Stivale per farci conoscere ancora meglio e far ‘scoprire” - a quanti lavorano nel settore della ristorazione e del catering - le nostre ‘specialità’ prodotte solamente con crusca di frumento alimentare. Non a caso, i nostri piatti si possono anche mordere, sono biodegradabili e contribuiscono alle scelte d’impresa in linea con la salvaguardia dell’habitat naturale e del pianeta. Pensate per aiutare e sostenere le aziende nel loro processo di sostenibilità ecologica, vengono utilizzate sia in forni classici o microonde, risultano compostabili e commestibili e resistono a temperature di cottura di 180°".

"Abbiamo il nostro quartier generale e il comparto commerciale e promozione-marketing a Riccione: dalla Romagna, da sempre terra di novità e imprenditoria lungimirante, vogliamo lanciare - dice Elzbieta Danielska, Marketing manager - un messaggio e un invito a chi - chef, cuochi, ristoratori della spiaggia, gestori di mense, amministrazioni locali o semplici cittadini (per le cene in famiglie e pic-nic all’aperto) - perché introducano, il più possibile, stoviglie e posateria monouso in grado di abbattere sensibilmente la quantità di rifiuti dannosi a noi e all’ambiente circostante (vedi la plastica usa e getta). Occorre cambiare mentalità, porsi nell’ottica d’essere più rispettosi e sensibili dei luoghi in cui siamo e di come li viviamo. Se tutti insieme iniziano a fare un piccolo passo in avanti verso la riduzione dei rifiuti “cattivi”, consegneremo ai futuri abitanti del pianeta un mondo meno inquinato e meno sporco. Biotrem, che noi rappresentiamo in Italia,  è un’azienda polacca certificata, conforme agli standard di qualità e sicurezza alimentare internazionali, che ha ideato e sviluppato un innovativo processo produttivo destinato a piatti - e più in generale stoviglie - e packaging da materie prime bio. La tecnologia brevettata consente, infatti, di ottenere, senza l’aggiunta di additivi artificiali, recipienti monouso dalla lavorazione della crusca di frumento, del mais e dei suoi derivati".

I prossimi appuntamenti vedranno protagonista l’area espositiva al Campionato Italiano Giovanili in Doppio Fiv (vela) in programma a Viareggio dal 7 al 10 settembre. Poi Bologna. Qui, lunedì 12 settembre allo Spazio Battirame, si svolgerà la prima tappa di “In The Kitchen Tour”, evento organizzato da Chic Charming Italian Chef. L’iniziativa è incentrata su una vera e propria jam session culinaria durante la quale chef e pizzaioli improvviseranno a 4 mani. Nessuna forma di competizione, piuttosto un bel momento di condivisione comune, un’occasione per assaggiare e conoscere nuovi prodotti e nuove aziende in espansione. Dal 16 al 18 settembre, invece, viaggio nella Repubblica di San Marino per il Festival del Gusto e dell’Artigianato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le stoviglie ora sono prodotte in crusca di frumento, la scommessa "bio" dell'azienda riccionese

RiminiToday è in caricamento