Strade deserte la notte di capodanno, multato gruppo sorpreso a brindare sotto l'arco d'Augusto

Gli agenti della polizia di Stato hanno pattugliato i luoghi che, gli scorsi anni, ospitavano migliaia di persone che brindavano all'arrivo del nuovo anno

Strade spettralmente vuote quelle che, solo 12 mesi fa, ospitavano migliaia e migliaia di persone intente a brindare all'arrivo dell'anno nuovo. Un capodanno decisamente diverso dal solito, con gli eventi ridotti a zero per contrastare la diffusione del Coronavirus, ma sul quale ha comunque vigilato il personale della Questura di Rimini con gli agenti ceh dalle 22 hanno presidiato i luoghi più sensibili. La notte è trascorsa tranquilla e gli unici a finire nei guai è stato un gruppo di persone che si è ritrovato, allo scoccare della mezzanotte, a brindare all'ombra dell'arco d'Augusto incuranti della normativa anti-covid. Tutti sono stati identificati e sanzionati. Complice l'assenza di veglioni, dal pronto soccorso è arrivato un bilancio decisamente positivo: a differenza degli scorsi anni solo 2 persone, entrambe minoreni, sono dovute ricorrere alle cure dei sanitari per l'abuso di alcolici mentre nessun episodio inerente incidenti derivanti da artifici pirotecnici è stato rilevato.

Importanti sono stati i risultati conseguiti dalla Polizia di Stato in un anno caratterizzato da un forte calo dei reati e dall’impegno quotidiano del personale della Polizia di Stato nei servizi anticovid con il costante controllo di esercizi pubblici e altri luoghi di affollamento. Nel corso dell’anno, grazie a nuovi sistemi informatici in uso agli operatori di Polizia impegnati nei servizi di controllo del territorio, è aumentato il numero delle persone e dei veicoli controllati, salendo, rispettivamente,  a quasi 80.000 e 30.000. Inoltre sono stati effettuati 240 arresti e denunciate in stato di libertà 1420 persone da parte della Polizia di Stato. In una provincia da sempre contraddistinta da un alto numero di reati in materia di sostanze stupefacenti, sono stati sequestrati ingenti quantitativi di droga, in particolare si segnala l’operazione conclusa recentemente dalla Squadra Mobile con il sequestro di Kg. 160 di hashish e 115 di marijuana, il più consistente quantitativo di sostanza stupefacente sequestrato in provincia.

In un anno caratterizzato da vari lockdown non sono cessate le segnalazioni per maltrattamenti in famiglia e violenze di genere che ha determinato l’adozione, da parte del Questore, quale Autorità di Pubblica sicurezza, di  10 provvedimenti di ammonimento. Anche l’adozione delle misure di prevenzione ha avuto un suo significativo riscontro, sono stati, infatti, emessi 5 misure di sorveglianza speciale, di cui 2 patrimoniali, 70 provvedimenti di foglio di via obbligatorio, 44 avvisi orali, 37 D.A.Spo., di cui 19 aggravati con l’obbligo della firma.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento