Strage di migranti, 500 persone alla fiaccolata di Rimini

Tra i presenti, oltre al Vescovo Lambiasi, al Prefetto Palomba, al Sindaco Gnassi e al Vice-sindaco Lisi, i profughi ospiti presso le strutture del nostro territorio, le diverse comunità di immigrati, l'associazionismo e tanti cittadini.

Sono state più di 500 le persone che hanno partecipato giovedì alla fiaccolata in ricordo dei migranti morti nel Mediterraneo. Tra i presenti, oltre al Vescovo Lambiasi, al Prefetto Palomba, al Sindaco Gnassi e al Vice-sindaco Lisi, i profughi ospiti presso le strutture del nostro territorio, le diverse comunità di immigrati, l'associazionismo e tanti cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ stato un abbraccio intenso e silenzioso – è il commento di Gloria Lisi, Vicesindaco del Comune di Rimini – della comunità riminese ai tanti, troppi migranti morti nel Mediterraneo. Una dimostrazione di solidarietà che Rimini e la sua comunità ha voluto esprimere incontrandosi in piazza, senza tante parole, ma con grande trasporto emotivo. A tutti va il nostro più commosso ringraziamento. Non era scontato ritrovarci così tanti, è stato un momento partito dal basso e vissuto grazie ai passaparola, che ha dimostrato come il nostro sia ancora un tessuto sociale solidale e inclusivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento