Minori non accompagnati e rischio truffe: vertice in Prefettura

Sono state iniziate accurate indagini da parte delle forze dell'ordine per il perseguimento degli stessi, per cui si auspica che al più presto possano essere adottate le opportune misure di rigore

Presieduta dal Prefetto Peg Strano Materia, si è tenuta venerdì mattina in Prefettura di Rimini una riunione dedicata alle problematiche determinate dal frequente rinvenimento di minori stranieri non accompagnati. All’incontro hanno partecipato il presidente del tribunale di Rimini, Rossella Talia, il giudice tutelare Costanza Perri, il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi, l'assessore ai Servizi Sociali di Riccione Laura Galli, il direttore delle Attività Socio-Sanitarie dell’Ausl Romagna Mirco Tamagnini, il Questore di Rimini Maurizio Improta, il comandante provinciale dei Carabinieri Mario Conio, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Antonio Garaglio e il vicecomandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Alfonso Argentile.     

Il fenomeno dei minori stranieri non accompagnati, diffuso soprattutto nella città di Rimini, ma talvolta manifestatosi anche in altri centri della provincia, ha riguardato finora soprattutto ragazzi provenienti dall’Albania, anche se con l’intensificarsi degli sbarchi sulle coste siciliane non si esclude che a breve possa riguardare anche minori provenienti dall’Africa e dalle altre aree di origine dei migranti. La Prefettura specifica che "nel caso dei minori albanesi è stato, in particolare, rilevato che spesso sono proprio i genitori ad accompagnare i figli minori in Italia, salvo poi abbandonarli nei pressi degli uffici di polizia o delle strutture sanitarie ovvero del Comune, nella consapevolezza che le istituzioni si prenderanno cura dei minori, garantendo  loro un percorso formativo e d’istruzione, cui non avrebbero accesso in Albania. Questo, ovviamente comporta un consistente impegno finanziario per gli Enti locali, che così sono costretti a sottrarre risorse destinate ai minori che si trovano in stato di reale abbandono e si risolve in un espediente per conseguire aiuti non dovuti".
 
Considerato che tali comportamenti spesso configurano veri e propri reati, come la truffa ai danni dello Stato, sono state iniziate accurate indagini da parte delle forze dell’ordine per il perseguimento degli stessi, per cui si auspica che al più presto possano essere adottate le opportune misure di rigore. La Prefettura sottolinea "che la gestione dei minori stranieri non accompagnati è particolarmente delicata e complessa. A volte si tratta di dover attribuire un’età anagrafica a ragazzi che pur avendo dichiarato di essere minorenni, danno adito a dubbi, in quanto la maturità si raggiunge in maniera diversa secondo le etnie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La problematica - viene chiarito - è poi aggravata dal fatto che alcuni esami, che vengono ritenuti “invasivi”, per la nostra legislazione non possono essere effettuati su presunti minori senza l’intervento del Tutore, che dev’essere nominato dal giudice tutelare. Considerata la attualità e problematicità del fenomeno è stato anche concordato di tenere sempre una stringente collaborazione tra tutti i soggetti interessati (prefettura, magistratura, forze dell’ordine, Ausl, enti locali), per un continuo monitoraggio e per la ricerca di comuni strategie che garantiscano da un lato, la dovuta tutela del minore, lo accompagnino nel suo percorso formativo, e nel contempo consentano di perseguire eventuali illeciti a danno degli stessi e dell’intera comunità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento