Cronaca

Stroncato da un'overdose a 24 anni dopo aver rubato l'auto del vice-sindaco

E' stata la madre del ragazzo a trovarlo senza vita nel suo letto nella prima mattinata di martedì

A trovarlo senza vita nel suo letto, stroncato con tutta probabilità da un'overdose di metadone mischiato ad oppiacei, è stata la madre che ha dato l'allarme al 118 facendo accorrere l'ambulanza e il medico ma quest'ultimo non ha potuto far altro che dichiararne il decesso. A perdere la vita un 24enne cattolichino ritenuto essere l'autore del furto dell'auto del vice-sindaco Nicoletta Olivieri lo scorso lunedì mattina quando la Smart dell'amministratore della Regina era sparita. L'utilitaria era stata poi intercettata nel pomeriggio da una pattuglia dei carabinieri sulla strada provinciale che collega San Giovanni a Morciano. Il mezzo era visibilmente danneggiato e a girargli intorno è stato sorpreso il 24enne che, secondo quanto emerso, aveva tutta l'aria di essere in crisi d'astinenza. Portato in caserma, visto che la flagranza era oramai trascorsa, il giovane era stato semplicemente denunciato per ricettazione e poi lasciato andare. Gli inquirenti hanno ipotizzato che il malvivente fosse alla ricerca di soldi per comprarsi una dose e che, alla fine, abbia rimediato il denaro per l'acquisto di qualche stupefacente. Rientrato a casa lunedì sera, il 24enne si era chiuso nella sua stanza e solo la mattina di martedì la madre ha fatto l'orribile scoperta. Il pubblico ministero di turno ha disposto l'autopsia sul cadavere per accertare con esattezza le cause del decesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un'overdose a 24 anni dopo aver rubato l'auto del vice-sindaco

RiminiToday è in caricamento