Cronaca

Stroncato sul nascere un vasto giro di spaccio di stupefacenti a Riccione

La vendita era gestita da una coppia di albanesi che riforniva degli altri pusher italiani

E' stata stroncata sul nascere, da parte dei carabinieri della Compagnia di Riccione, una fiorente attività di spaccio di stupefacenti gestita da una coppia di cittadini albanesi nell'ambito dell'operazione "Origine". A finire in manette sono stati un 30enne e la sua compagna, una 20enne, residenti a Coriano ma che, negli ultimi giorni, si erano trasferiti a Santarcangelo. Le indagini erano iniziato a gennaio quando, ad essere pizzicato con 40 grammi di cocaina, era stato un italiano di 45 anni residente a Coriano. L'uomo, secondo quanto emerso, si era appena rifornito di "neve" dalla coppia albanese. Il proseguo dell'inchiesta aveva poi permesso di arrestare, a marzo, un riminese 37enne anche lui con 40 grammi di cocaina, più alcuni grammi di hashish e marijuana, oltre a 17mila euro in contanti. Anche quest'ultimo si riforniva dagli albanesi che avevano trasformato la loro casa di Coriano in un market dello spaccio per dosi consistenti di stupefacenti. La coppia si era poi trasferita a Santarcangelo ma, negli ultimi giorni, era emerso il sospetto che stessero per lasciare l'Italia e, i carabinieri, hanno fatto scattare il blitz che ha permesso di arrestarli.

operazione origine 2-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato sul nascere un vasto giro di spaccio di stupefacenti a Riccione

RiminiToday è in caricamento