Studentessa inglese ubriaca denuncia presunta violenza sessuale del branco

La ragazza sarebbe stata circondata da alcuni giovani che avrebbero poi abusato di lei in una strada poco frequentata di Rivazzurra

Fitto mistero su quanto accaduto all'alba di sabato a Rivazzura dove una studentessa inglese 20enne, in vacanza sulla Riviera con un gruppo di coetanei d'oltre Manica, sarebbe stata violentata da un branco di ragazzi. La giovane, completamente ubriaca, si trova al pronto soccorso di Rimini dove gli inquirenti della Squadra Mobile della Questura di Rimini sono in attesa che smaltisca la sbornia per poterla interrogare. Dalle prime indiscrezioni pare abbia raccontato alla polizia di Stato di essere stata avvicinata da tre uomini e di essere stata toccata da uno solo di questi, nelle parti intime mentre appartata faceva la pipì nel giardino di un hotel in disuso. La violenza sarebbe avvenuto verso mezzanotte nella zona di via Lecce quando, secondo le prime ricostruzioni, la vittima stava rientrando da una serata a base di superalcolici insieme a degli altri giovani. Completamente obnubilata dalle bevute, e da sola, si sarebbe diretta in un locale ma, prima di entrare, avrebbe deciso di fermarsi per espletare un bisogno fisiologico appartandosi nel giardino dello stabile abbandonato.

Qui sarebbe stata sorpresa da tre giovani, col volto coperto da un cappuccio, uno dei quali avrebbe allungato le mani toccandole pesantemente le parti intime. Spaventanta, sarebbe quindi tornata in albergo e solo nella prima mattinata, verso le 5, la vittima si sarebbe liconfidata con un'amica che l'ha poi accompagnata in ospedale. Portata in pronto soccorso, ha raccontato quanto accaduto al personale medico che, a sua volta, ha chiamato la polizia di Stato. A una prima visita, tuttavia, i sanitari avrebbe escluso dei rapporti sessuali forzati. Al momento sono in corso le indagini della squadra Mobile, il cui dirigente ha già allertato l'Ambasciata inglese, coordinate dal pubblico ministero di turno. Sono in corso di acquisizione i filmati delle telecamere a circuito chiuso per ricostruire quanto raccontanto dalla 20enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento