In processione lungo le strade di Rimini per chiedere perdono a Dio dei peccati dei gay

Da piazza Mazzini a piazza Ferrari, sfilando per il centro storico sono stati poco più di un centinaio i partecipanti

E' andata in scena nella mattinata di sabato, lungo le strade di Rimini, la processione riparatrice organizzata dal comitato "Beata Giovanna Scopelli" per chiedere perdono a Dio dei peccati commessi dagli omosessuali in occasione del Gay Pride che, nel pomeriggio, si terrà sul lungomare cittadino. Poco più di un centinaio i partecipanti, armati di rosario,che hanno intonato le litanie per quella che ritengono "una gravissima offesa al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria, con una pubblica esaltazione del peccato di sodomia". "Tutti siamo chiamati - avevano annunciato alla vigilia della processione - a consolare pubblicamente quel Sacro Cuore trafitto e quella Vergine Santa che piange lagrime amare. Lo dobbiamo come Figli di Dio, lo dobbiamo come membra del Mistico Corpo, lo dobbiamo come cattolici fedeli alla Santa Chiesa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento