Suolo pubblico aggiuntivo per gli esercizi pubblici: da lunedì Rimini dà il via alle domande

Gli operatori possano richiedere più metratura per occupazioni suolo pubblico dal mare al centro storico alle aree periferiche, concessa gratuitamente

A partire da lunedì 18 maggio sarà possibile presentare la domanda per l’utilizzo del suolo pubblico aggiuntivo nell’ambito del progetto Rimini Open Space, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale per consentire ai pubblici esercizi di avere più spazio a disposizione per la propria attività, a garanzia della salute dei clienti e dei lavoratori. Il progetto infatti prevede che gli operatori possano richiedere più metratura per occupazioni suolo pubblico in tutta la città, dal mare al centro storico, alle aree periferiche della città, che saranno concesse gratuitamente, senza il versamento di alcun canone.

L’iniziativa inoltre trova ulteriore stimolo dai recenti provvedimenti del Governo, che esentano fino al 31 ottobre dal pagamento del canone per l’occupazione di suolo pubblico degli spazi necessari a rispettare il distanziamento sociale. Si tratta di un’azione amministrativa di carattere straordinario adottata per offrire un’efficace misura di sostegno alle attività economiche e che si poggerà su una procedura semplificata e snella, allo scopo di rispondere nel più breve tempo possibile alle richieste degli operatori: sarà infatti richiesta la  presentazione all’ufficio competente di un’autodichiarazione riguardante il rispetto delle norme. L’ampliamento massimo, laddove le condizioni oggettive lo consentano, potrà arrivare fino al 50% della somma della superficie interna dell’esercizio e del suolo pubblico esterno precedentemente autorizzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In queste ore gli uffici stanno rispondendo a decine e decine di richieste da parte degli operatori. C’è tanta attenzione rispetto a questa misura, che è il frutto di un costante confronto con le associazioni di categoria, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Confartigianato. Credo che possa essere visto anche come un segnale incoraggiante rispetto alla voglia e all’intraprendenza dei nostri piccoli imprenditori, che sono provati da questi mesi di chiusura e che sono attesi dalla stagione più difficile, piena di incognite – commenta l’assessore alle Attività economiche Jamil Sadegholvaad – Le recenti disposizioni governative sono in linea con il percorso che abbiamo avviato con Rimini Open Space e che oltre a creare nuove opportunità e nuove modalità di fruizione dei servizi, consente soprattutto di garantire le indispensabili condizioni di sicurezza per i clienti e per gli stessi esercenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento