Il super lavoro dei vigili nell'anno dei lockdown: controllate oltre 27.600 persone e più di 18mila attività

I controlli della Polizia Locale per limitare il contagio e l'assistenza fornita ai cittadini con oltre 1000 telefonate al giorno

I controlli da parte della Polizia Locale, che si sono susseguiti nel corso del  2020 sono stati rivolti ad assicurare il rispetto delle disposizioni adottate dai diversi  Dpcm e dalle ordinanze emanate a tutela dell'incolumità e della salute pubblica. Un impegno che non si è limitato solo a questo, ma anche a garantire aiuto e sostegno alle persone che in questo periodo sono state maggiormente in difficoltà, con una immensa attività d’informazione e assistenza.

Oltre infatti alle 850 pattuglie - organizzate, da marzo ad oggi, per il controllo del territorio con tutti i mezzi disposizione della Polizia Locale - dal report fornito dagli uffici competenti emerge anche un’immensa attività informativa, finalizzata a chiarire e fornire ogni dettaglio legato alle diverse indicazioni delle disposizioni normative, che volta per volta venivano diffuse.
Indicazioni date ai cittadini - spesso a pochissime ore dalla diffusione della norma - che l’ufficio di Polizia Locale ha diffuso rispondendo ad oltre 1000 telefonate e centinaia di mail, arrivate ogni giorno, alla centrale operativa oppure sul centralino del Comando di via della Gazzella. Un immenso lavoro di assistenza resa hai cittadini con il quale venivano spiegati più chiaramente le restrizioni a cui i residenti dovevano sottostare per garantire la limitazione del contagio.

A questa importante attività si sono aggiunti anche i controlli per la verifica del rispetto delle disposizioni tese a garantire la sicurezza di tutti.  Complessivamente, da marzo fino ai giorni che precedono il mini lockdown di Natale, sono state fermate e controllate per verificare le motivazioni degli spostamenti  27674 persone e sono state acquisite 13948 autocertificazioni. Tra questi 246 sono state le persone sanzionate e 121 quelle denunciate. I controlli si sono estesi anche alle attività produttive e commerciali, che nel corso di questi difficili mesi sono stati 18436 in tutto, facendo rilevare un totale di 45 sanzioni, per l’accertamento di violazioni amministrative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento