rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Superbonus 110%, oltre 8mila domande. "Ma servono regole chiare, basta cambiare le carte in tavola"

Il senatore Marco Croatti dopo la presa di posizione dei costruttori edili: "E' una misura che necessita di regole per consentire alle imprese di progettare i loro interventi"

"Il Superbonus 110% è una misura necessaria, ma occorrono regole certe". Così il senatore del Movimento 5 Stelle Marco Croatti a seguito di un commento da parte dell'Ance, l'Associazione Nazionale costruttori edili. Il rappresentante del Movimento 5 Stelle coglie l'occasione per snocciolare dei dati relativi al Superbonus 110%: allo scorso 31 dicembre si erano registrate 8.200 domande in Emilia Romagna, per un totale di oltre 1,4 miliardi di euro di investimenti ammessi in detrazione. Oltre la metà di questi investimenti riguardano interventi su circa 1.500 condomini.

Tuttavia Croatti accoglie le osservazioni dell'Ance: "Facciamo nostre le prime durissime impressioni dei costruttori edili sull’ennesimo intervento che modifica il campo di applicazione del Superbonus al 110%. Non si può continuare a far lavorare un’intera filiera cambiando le carte in tavola una volta al mese. Perimetrare in modo così netto la cedibilità dei crediti fiscali sui bonus edilizi è un errore che rischia di rendere vano il grande sforzo profuso in legge di Bilancio per l’estensione di molte di queste agevolazioni. Il Superbonus 110% è una misura che necessita di regole chiare con cui cittadini e le imprese possano confrontarsi per progettare i loro interventi; l’incertezza può frustrare e indebolire questa importante agevolazione".

E il senatore conclude: "Questi numeri dimostrano l’importanza del Superbonus per le imprese edili, per i cittadini e
naturalmente per il nostro Paese, sulla strada che porta alla transizione e alla sostenibilità ecologica. Serve chiarezza e stabilità, non incertezza e dubbi. Dobbiamo agire per rendere più forte e stabile questo Superbonus”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus 110%, oltre 8mila domande. "Ma servono regole chiare, basta cambiare le carte in tavola"

RiminiToday è in caricamento