Superlavoro dei carabinieri: 2 arresti, 12 denunciati e 10 automobilisti ubriachi

Fine settimana intenso per i militari dell'Arma della Compagnia di Rimini che hanno passato al setaccio il territorio

Fine settimana intenso per i militari dell'Arma della Compagnia di Rimini che hanno passato al setaccio il territorio portando a casa un bilancio di 2 arresti, 12 denunciati e 10 automobilisti sorpresi ubriachi al volante. Nel dettaglio, a finire in manette sono stati due cittadini romeni, di 29 e 26 anni, accusati di rapina impropria. Gli stranieri, entrambi già noti alle forze dell'ordine, nel tardo pomeriggio di venerdì sono stati pizzicati dal personale della sicurezza del centro commerciale mentre, con fare sospetto, si aggiravano nel reparto di elettronica. Sotto gli occhi della vigilanza, i romeni hanno deposto nel carrlo 4 consolle per giochi e, poi, in tutta fretta si sono allontanati evitando di passare dalle casse. Sorpresi in flagranza, i malviventi hanno iniziato a spintonare gli addetti per darsi alla fuga ma l'arrivo dei militari dell'Arma ha permesso di bloccarli e la refurtiva, per un valore di 1400 euro, è stata recuperata. Dovranno invece rispondere di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso due albanesi di 22 e 31 anni e un riminese 57 anni. Il trio, denunciato a piede libero, è stato oggetto di una perquisizione domicilare e personale operata dai carabinieri al termine della quale sono state trovate 4 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 3 grammi, 2 dosi di hashish da 4 grammi ciascuna e 1 grammi di marijuana oltre a un bilancino di precisione e tutto l'occorrente per confezionare le dosi.

Sempre in materia di stupefacenti, è stato denunciato a piede libero un iracheno 34enne pizzicato dopo aver venduto una dose di eroina da 1 grammo a un consumatore riminese poi segnalato alla Prefettura. Nel corso dei controlli del territorio sono finite nei guai anche 6 persone, tutte originarie di Paese al di fuori della Comunità Europea, che al momento dell'identificazione si sono rifiutate di esibire i documenti ai carabinieri. Dovrà invece rispondere di evasione un riminese 44enne, già sottoposto agli arresti domiciliari, che al momento del controllo da parte dei militari dell'Arma è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione senza alcuna autorizzazione. Denunciato a piede libero una 35enne che, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stata trovata in possesso di uno smartphone risultato provento di furto.

Sul fronte dei controlli stradali sono stati 10 gli automobilisti denunciati a piede libero in quanto sorpresi al volante con un tasso alcolico superiore a 0,8 g/l che gli è valso, anche, la sospensione della patente da sei mesi ad un anno. Altri 11 guidatori, invece, sorpresi con un tasso alcolico inferiore a 0,8 g/l se la sono cavata con una multa da euro 527 ad euro 2.108 oltre alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi. Nello stesso contesto, due persone sono state segnalate alla Prefettura come assuntori in quanto trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti. In totale sono state identificate 226 persone e controllati 174 mezzi dai 29 posti di controllo allestiti sulle principali strade riminesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento