"Tacchi a spillo", fotografo nei guai: ha scattato le immagini della "Piccolina"

Nuovi sviluppi nell'ambito delle indagini dell'operazione "Tacchi a spillo" dei Carabinieri, che ha portato all'arresto di cinque romeni con l'accusa a vario titolo di sfruttamento, favoreggiamento, induzione, tratta e prostituzione minorile

Nuovi sviluppi nell'ambito delle indagini dell'operazione “Tacchi a spillo” dei Carabinieri, che ha portato all'arresto di cinque romeni con l'accusa a vario titolo di sfruttamento, favoreggiamento, induzione, tratta e prostituzione minorile. Nel mirino degli uomini dell'Arma è finito un fotografo riminese, 50enne, accusato di aver scattato le foto ad una 17enne (“la Piccolina”) che sono poi finite su un sito internet a luci rosse consultato dai clienti della minorenne.

I Carabinieri hanno perquisito lo studio fotografico, trovando foto di donne per siti porno a livello nazionale. All'indagato sono stati sequestrati pc e macchine fotografiche. Il cinquantenne, difeso dall'avvocato Massimiliano Orru, è in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento