Taglio del nastro per l’Ecoarea Wheel Campus

E’ stata inaugurata lunedì mattina l’Ecoarea Wheel Campus, il villaggio ecosostenibile a cura di The Wheel, società che gestisce La Ruota di Rimini ed Ecoarea Srl

E’ stata inaugurata lunedì mattina l’Ecoarea Wheel Campus, il villaggio ecosostenibile a cura di The Wheel, società che gestisce La Ruota di Rimini ed Ecoarea Srl, allestito in tempi record sotto la grande ruota panoramica di piazzale Boscovich (punto di approdo e ripartenza della nuova pista ciclabile). La struttura, che si estende per più di 800 metri quadri, è stata progettata dallo studio di architettura Triarch di Rimini e realizzata grazie alla concertazione di 26 imprese operanti nel mondo della bio-edilizia e delle tecnologie a basso impatto ambientale.

Le aziende sono state selezionate e coordinate da Ecoarea better living, il progetto culturale e di impresa di Romano Ugolini, con sede a Cerasolo, attivo dal marzo di quest’anno. Trattenuto in Germania (dove vive e lavora) Ugolini non ha potuto presenziare all’inaugurazione, delegando Giancarlo Grossi (Ecoarea Srl) a riferire quanto segue: “Con Ecoarea Wheel Campus abbiamo cercato di interpretare il pensiero di un’amministrazione cittadina già volta al cambiamento in termini di eco efficienza e migliore utilizzo delle risorse in campo. Il tutto per una città ancora più sostenibile e a portata d’uomo. Romano Ugolini, che ringrazio e di cui vi porto i saluti, è un riminese nel mondo. Ma non ha dimenticato la sua terra. Anzi, con il suo progetto Ecoarea, intende impegnarsi molto qui, accompagnando territorio e persone verso orizzonti sempre più sostenibili e green”.

Ha poi preso la parola Matteo Maresi, un rappresentanza dello Studio di architettura Triarch, che ha sottolineato gli aspetti tecnici del progetto, ringraziando Romano Ugolini “per averci consentito, dopo averci già affidato la progettazione dell’edificio Ecoarea di Cerasolo, di portare in questo Campus le linee guide di un modo di costruire a noi caro. Questo grazie al legno, la pietra e la stessa terra: elementi di rottura rispetto a canoni edilizi e di costruzione più tradizionali e impattanti sul piano ambientale”.

Nel corso della breve cerimonia è poi intervenuto l’Assessore alle Attività Economiche del Comune di Rimini Jamil Sadelghovaad, il quale ha sottolineato che “l’arrivo dell’Ecoarea Wheel Campus, realizzato in brevissimo tempo, è da leggere come una ulteriore fase della qualificazione dell’area di piazzale Boscovich e dell’intero lungomare. Un grazie particolare va alle imprese che si sono dimostrate attive e a fianco delle città, dando il segno di un tessuto economico vitale pronto a nuove sfide.”

Tema poi ripreso anche dal Sindaco Andrea Gnassi, il quale ha ricordato che “l’amministrazione cittadina è a fianco di tutti coloro che vogliono accompagnare la città in direzione del cambiamento. Cambiamento che tutti desiderano, ma che quando poi arriva deve farti trovare con la schiena dritta, per non farti perdere la direzione intrapresa. Come amministrazione possiamo dire di avere l’hardware, gli strumenti, le infrastrutture, e possiamo metterli a disposizione. Abbiamo invece bisogno del software, di risorse che credano nel nuovo disegno della città. Risorse che come in questo caso hanno funzionato grazie a Ecoarea, La Ruota e un team di imprese a cui va il mio riconoscimento per l’impegno dimostrato.”

Fra i primi obiettivi di Ecoarea Wheel Campus, aperto fino a settembre (con un calendario di eventi che sarà ufficializzato a breve) c’è quello di portare all’attenzione di turisti e della cittadinanza la forza motrice di un’imprenditoria pronta a scommettere sui valori della green economy: unico volano di crescita e occupazione in grado di spingere l’economia fuori dalla crisi. Il disegno della società The Wheel di avere ai piedi dell’attrazione un “salotto” dove consentire ai suoi frequentatori di prolungare la propria permanenza in una delle zone più in vista di Rimini (che il masterplan strategico ha già iniziato a valorizzare, incentivandone la pedonalizzazione) è stata dunque perfettamente interpretato in chiave green da Ecoarea better living. Ecoarea ha portato “in riva al mare” la propria capacità di fare rete nel mondo dell’imprenditoria più reattiva agli stimoli del cambiamento, pronta a cavalcare quei fattori di competitività rappresentati da attenzione all’ambiente, il risparmio energetico e un migliore impiego delle risorse.

Ovviamente Ecoarea Wheel Campus non si limiterà ad essere un contenitore. Al suo interno, oltre ad essere rappresentate tutte le aziende selezionate per la sua realizzazione, troveranno spazio aziende e marchi, anche prestigiosi, tutti accomunati dal desiderio di operare sempre di più in difesa delle risorse naturali ed ambientali. I marchi con un proprio corner all’interno del Wheel Campus saranno: Hi Fun, accessori di design per tablet e smarthone; Pit Lane red passion, noleggio ferrari da strada per test drive, simulatori Ferrari F1, merchandising Ferrari; Minimarket del riciclo, abbigliamento realizzato mixando artigianalità e stili diversi, creando veri e propri stili di vita nell'urbanwear. Wheel Campus fa anche da trampolino di lancio al saluto dell’estate per chi, come Ecoarea, La Ruota e tutti i partner coinvolti, si presentano entusiasti a questa sfida, interpretandone con ottimismo i valori e il mindstyle. Un saluto che sa di futuro: Nice to green you.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento