Taglio del nastro per la messa in sicurezza della Sp35 a San Clemente

Il sindaco Mirna Cecchini: "E' la migliore risposta ad un preciso impegno assunto nel programma elettorale"

Si è svolta nella mattinata di sabato, alla presenza dell'assessore regionale Emma Petitti e del Presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi, l'inaugurazione della mess in sicurezza della Sp35 e del parcheggio di via Einaudi a San Clemente. "L’inaugurazione di oggi - ha commentato il sindaco, Mirna Cecchini - oltre a rappresentare motivo di soddisfazione personale e di tutta la Giunta, che in questi 5 anni si è prodigata nella buona amministrazione del Comune di San Clemente, è la migliore risposta ad un preciso impegno assunto nel programma elettorale. È altresì la migliore risposta a chi commentava - forse sperando si trattasse solo di buoni propositi non seguiti dai fatti - che l’obiettivo non sarebbe mai stato raggiunto e tantomeno condiviso con la nostra comunità. Abbiamo, al contrario, mantenuto la promessa data. Credo di poter dire che questa amministrazione, questa squadra abbia dato forti segnali di credibilità e serietà nell’aver condotto un percorso amministrativo proiettato alla concreta realizzazione dei piccoli e grandi obiettivi, come quello che stiamo inaugurando stamattina, al servizio sempre e comunque della cittadinanza".

"La messa in sicurezza della Via Tavoleto, la SP35, di cui possiamo concretamente apprezzare la conclusione dei lavori inerenti il primo stralcio - prosegue la Cecchini - era, lo sappiamo tutti, attesa da molto tempo, da qualche anno. Quando la inserimmo 5 anni fa nel programma elettorale eravamo ben consci di che cosa poteva rappresentare per questa porzione di territorio del nostro Comune. Lo facemmo sicuri dell’impegno che ci avremmo messo, della caparbietà con la quale avremmo progettato e reperito le risorse per poter realizzare un’opera pubblica così importante. Ci abbiamo lavorato tutti con la consapevolezza che era un obiettivo da portare a casa; non per semplice sfida ma per riconoscere alla nostra comunità la soddisfazione di potersi muovere nel proprio paese con sicurezza in un arredo urbano belle e decoroso. Questo deve fare un buon amministratore. Costituiva e costituisce - presto saranno aperti i cantieri del 2° stralcio che coinvolgeranno il rifacimento e la riqualificazione della piazza antistante il teatro Villa - uno dei punti cardine della complessiva opera d’interventi pubblici ai quali l’amministrazione ha voluto dare precedenza e penso che l’impatto a livello urbano sia assolutamente positivo".

"Ciò - conclude il sindaco - senza mai venir meno ad una visione strategica del proprio mandato a beneficio dell’intero territorio comunale. Quando si amministra, lo si fa per il Comune tutto ragionando però in ordine di tempo e di spazio, avendo ben chiare le priorità. Questo è il compito e la grande responsabilità della Sindaca e della Giunta nel definire, percepire e sentire quali e dove siano gli interventi da rendere operativi per primi, nella visione totale di un intero territorio. Dietro a questo importante risultato va dunque riconosciuto il lavoro e l’impegno quotidiano volto da noi amministratori, affinché l’accesso ai finanziamenti - nel caso di specie ottenuti dalla Regione Emilia Romagna e che i primi due stralci della SP35 ammontano a circa 600.000 euro - consentisse di realizzare in pieno le progettuali di cui disponevamo. E per ciò che è stato fatto, credo meriti una sottolineatura la costanza esercitata nei rapporti, che definisco ottimi e produttivi, con tutti gli enti sovracomunali. Così come credo meriti considerazione e valutazione positiva la volontà di agire sempre con grande metodicità, precisione, lucidità d’intenti. Assieme alla prima fase della messa in sicurezza della SP35, portiamo a compimento il parcheggio di Via Einaudi. Consentirà agli utenti diretti alle attività commerciali, quelle affacciate sulla Via Tavoleto, di usufruire di spazi auto più idonei e meglio accessibili, in totale sicurezza. Un altro tassello (75.000 euro d’investimento) ad integrazione delle opere di cui ho già detto. Concludo, aggiungendo qui il mio ringraziamento al progettista, l’architetto Claudio Masini, a tutti i dipendenti comunali, in primis il geometra Marco Mengozzi, responsabile dei lavori pubblici, a tutti i miei assessori e ai consiglieri e visto che tutto questo è stato possibile grazie ad un finanziamento regionale, ringrazio Emma Petitti che rappresenta la Regione Emilia Romagna e ringrazio tutte le maestranze e quanti hanno contribuito, nei mesi, a rendere la frazione di Sant’Andrea in Casale più sicura ed accogliente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento