Taglio delle rette ai nidi: fino al 50% in meno per le fasce più povere

Un risparmio che, per più di 500 famiglie riminesi può variare dai 400 ai 900 euro all’anno

Un taglio alle rette di tutti i nidi (pubblici, asp e privati convenzionati) che porterà un risparmio medio di 500 euro l’anno per più di 500 famiglie riminesi. I criteri per l’abbattimento e le relative fasce isee di riferimento sono stati approvati nel corso della Giunta di ieri. La novità principale è quella riguardante le tre fasce di reddito più basse, a cui vengono aumentati gli sconti in maniera progressiva, passando dal 40% al 50% per le due fasce più basse e dal 30% al 35% per la terza.



Complessivamente si tratta di circa 360 mila euro distribuiti tra nidi pubblici, Asp e convenzionati, di cui hanno usufruito, l’anno scorso, 450 famiglie riminesi. Sono risorse che verranno distribuite fra tutti i minori che frequentano nidi d’infanzia asp e privati autorizzati, le cui famiglie siano in possesso dei requisiti stabiliti dalla misura “Al nido con la Regione”, ovvero un Isee inferiore o uguale a € 26.000,00, residenza nel Comune di Rimini e che presentino dichiarazione ISEE in corso di validità completa della dichiarazione relativa ai consumi famigliari.



“Abbiamo incrementato i tagli in maniera progressiva – spiega Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – aumentando il sostegno a chi è più in difficoltà. La scelta è chiara, in un anno di grande difficoltà nessuna famiglia deve rinunciare ai nidi, agli asili e a servizi relativi, a partire da quelli della mensa. Confermato dunuqe, come elemento centrale, l’utilizzo dell’Isee come riferimento per la concessione delle agevolazioni. Si tratta di tagli che, unitamente ad altri bonus, possono portare a risparmi notevolissimi per le famiglie riminesi, fino a 900 euro all’anno e che riguarderanno l’intero anno scolastico, a partiredal 14 settembre. Una misura di equità che ci permette di aumentare in maniera progressiva gli aiuti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento