menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via libera al "Taxi Sharing": tariffe light per i passeggeri

La Giunta infatti ha approvato la richiesta avanzata dalla Cooperativa Taxista Riminesi per l’istituzione della “tariffa di taxi collettivo”, ribattezzato anche “taxi sharing"

Nasce una nuova tariffa per l’utilizzo dei taxi, che consentirà all’utente di risparmiare in media il 40% rispetto una corsa ordinaria. La Giunta infatti ha approvato la richiesta avanzata dalla Cooperativa Taxista Riminesi per l’istituzione della “tariffa di taxi collettivo”, ribattezzato anche “taxi sharing”. Si tratta della quarta tariffa messa a disposizione dei consumatori, rivolta come dice il nome stesso  a chi sceglierà di condividere il taxi con altre persone.

La tariffa da una parte va incontro alle esigenze degli operatori e dall'altra porterà vantaggi agli utenti del servizio. In questo modo infatti i tassisti ottimizzeranno i mezzi a loro disposizione, trasportando un maggior numero di clienti a parità di auto disponibili, aspetto importante soprattutto nei periodi in corrispondenza di eventi di particolare richiamo.  Per quanto riguarda gli utenti invece, si tratta in primo luogo di un risparmio di tempo: si attenderà di meno per avere un mezzo disponibile, visto che la tariffa scatta con solo due utenti a bordo. In secondo luogo si tratta di un risparmio tangibile sulla spesa per il servizio.

La tariffa infatti è a base multipla: il tassametro sarà impostato in base ai chilometri percorsi, alle soste effettuate, ai carichi e scarichi dei passeggeri durante il tragitto ed al supplemento notturno, senza supplementi per la chiamata radio-taxi – per il servizio festivo – per il trasporto bagagli/animali e per il tragitto fuori comune/aeroportuale. La tariffa finale quindi consentirà all’utente un risparmio medio del 40% circa rispetto alla tariffa ordinaria per la corsa singola.

L’amministrazione ha condiviso la proposta con le principali associazioni di categoria e con gli organi interessati. Come detto, la nuova tariffa si aggiunge alle tre già esistenti: tariffa 1 per il servizio urbano, tariffa 2 per il servizio extraurbano, tariffa 3 relative alle corse da e per l’aeroporto di Miramare. Spetterà alla Polizia Municipale il compito di verificare la taratura dei tassametri e il rispetto delle regole stabilite e sottoscritte dalla giunta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento