Tassa di soggiorno, il Comune di Riccione modifica tempistiche e applicazioni

Le nuove tariffe saranno applicate a partire dal 1° maggio 2018, e la relativa rendicontazione bimestrale scatterà a sua volta dalla stessa data

La giunta comunale di Riccione, nella mattinata di mercoledì, ha deliberato in materia di imposta di soggiorno, modificando alcune previsioni sia relative alle tempistiche sia relative all’applicazione stessa. In particolare si è deciso, in base all’accordo tra amministrazione comunale e associazioni di categoria, che le nuove tariffe, così come definite a fine 2017, saranno applicate a partire dal 1° maggio 2018 anziché dal 1° marzo 2018, e la relativa rendicontazione bimestrale scatterà a sua volta dalla stessa data. La giunta ha inoltre previsto di rimodulare la tariffa riguardante le strutture ricettive all’aria aperta. Relativamente ai campeggi infatti, la previsione era di 0,90 euro per 7 pernottamenti non consecutivi che viene modificata in 0,60 euro per 10 pernottamenti non consecutivi.

“Come stabilito in sede di approvazione di bilancio, abbiamo immediatamente aperto un tavolo di confronto con tutti i soggetti interessati – afferma il sindaco Renata Tosi – da cui è scaturito il provvedimento approvato questa mattina. Il nostro modus operandi, come abbiamo fin qui dimostrato, fa perno sull’ascolto e sul coinvolgimento e a questo proposito colgo l’occasione per ringraziare per la collaborazione costruttiva coloro che hanno fatto con noi questo percorso, che proseguirà anche in futuro così da dare risposte pronte ed efficienti alle esigenze reali espresse dai vari portatori di interesse e allo sviluppo economico della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento