Tassazione degli immobili: Rimini ha la pressione fiscale più bassa in Regione

L'assessore al Bilancio Brasini: "l’amministrazione riminese ha garantito ai propri contribuenti una situazione di equilibrio, che trova conferma oggi anche dalla classifica del Sole"

In attesa di scoprire cosa ci riserverà il futuro, tra Local Tax annunciate e soliti assestamenti in corsa, sul fronte della tassazione degli immobili per il 2015 il Comune di Rimini ha confermato la volontà di non andare a gravare il peso ai contribuenti, riducendo la pressione fiscale e incrementando il capitolo delle agevolazioni. "Lo abbiamo sottolineato mercoledì scorso, con l’approvazione delle aliquote Imu e Tasi in consiglio comunale, e lo ribadiamo oggi a commento della classifica stilata dal Sole 24 Ore che mette in ordine i capoluoghi di provincia che maggiormente hanno incassato da Imu e Tasi nel 2014 - ha spiegato l'assessore al Bilancio, Gianluca Brasini. - La graduatoria mette in evidenza il grande divario tra Nord e Sud d’Italia, con un gettito procapite molto superiore nei grandi capoluoghi del Nord dovuto principalmente al maggiore “peso” che la tassazione sulle imprese ha sui tributi locali rispetto a quella sulle famiglie. Sull’aumento del gettito da Imu e Tasi, come si evidenzia anche nell’articolo a commento della classifica, incidono le scelte statali che hanno spinto al rialzo le basi imponibili e hanno cancellato le detrazioni (l’Imu prevedeva detrazioni e agevolazioni per figli a carico che la Tasi non prevede)".


"In questo contesto - prosegue Brasini - mentre molti Comuni sono stati costretti a spingere al massimo le aliquote per far tornare i conti a fronte dei continui tagli ai trasferimenti, l’amministrazione riminese ha garantito ai propri contribuenti una situazione di equilibrio, che trova conferma oggi anche dalla classifica del Sole: Rimini risulta infatti il capoluogo in Regione con la pressione fiscale procapite più bassa, con 309,1 euro per abitante. Un equilibrio raggiunto attraverso una modulazione delle aliquote e scelte precise che mirano a non penalizzare i contribuenti più deboli e le imprese del territorio: abbiamo applicato la Tasi solo sull’abitazione principale – una delle poche amministrazioni ad aver fatto una scelta simile - abbiamo consolidato un pacchetto corposo di detrazioni a sostegno delle fasce più deboli (vedi la Tasi più leggera per anziani e disabili) e di agevolazioni (ad esempio sull’Imu sui capannoni artigianali).  Un dato che assume maggior valore se valutiamo la manovra nel suo complesso. Da sempre abbiamo puntato ad utilizzare tutta la tastiera a nostra disposizione per una ridistribuzione equa del carico fiscale: obiettivo che ci sentiamo di aver raggiunto e che ci ha consentito anche di ottenere una complessiva riduzione fiscale. E se sulla parte ‘patrimoniale’, quella che maggiormente porta risorse ai Comuni, siamo riusciti a non gravare, anche sulla tassazione dei redditi siamo orgogliosamente tra i più virtuosi, con l’aliquota dell’addizionale Irpef tra le più basse in Italia". 

"Se è vero dunque - conclude l'assessore - che far quadrare un bilancio, senza intaccare i servizi ai cittadini, è sempre più materia da prestigiatori che da amministratori, è altrettanto vero che avere una visione di insieme della realtà in cui si è immersi, avere chiara l’idea di comunità che vive la città, consente come nel nostro caso di dare forma ad una manovra che ha il merito di non appesantire il carico fiscale. Questo con l’auspicio che in futuro le Amministrazioni locali abbiamo maggiore voce in capitolo e dunque ulteriori strumenti efficaci e trasparenti per intervenire in maniera più vigorosa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento