Teatro, approvato progetto definitivo “Il Galli Multimediale” per valorizzazione dell’ambito museale

Procedono spediti i lavori di completamento delle mura esterne della struttura progettata dal Poletti

Programmata la fine della ricostruzione del Teatro di Rimini e l’apertura attesa da decenni, la Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo con il quale, sotto la Sala dove si siederanno gli spettatori, saranno narrati i 2000 anni della storia della città, dal 220 avanti Cristo, data in cui è stata fondata la colonia romana, fino all’800. Un percorso capace di ripercorrere le tappe di una storia che ha visto svilupparsi e imporsi nel mondo i teatri all’italiana e il melodramma, la maestria e genialità di un architetto come Luigi Poletti, le rappresentazioni che si sono susseguite nel teatro cittadino a cominciare dall’Aroldo, scritto e rappresentato direttamente dal maestro Giuseppe Verdi nell’anno 1857 in occasione della sua inaugurazione.

Una narrazione che si snoderà in un percorso museale dove, sotto la pavimentazione vetrata, si potranno vedere i più bei mosaici ritrovati nel corso della lunga e complessa campagna di scavi archeologici, relazionandosi direttamente con gli apparati multimediali di ultima generazione pensati affinché più visitatori contemporaneamente possano interagire contemporaneamente. Uno spazio sarà poi dedicato totalmente alle opere del maestro Giuseppe Verdi dove chiunque potrà scegliere, ascoltare ed anche vedere gli spettacoli comodamente seduti in sala.

Il progetto, che godrà del contributo di 500 mila euro da parte della Regione Emilia Romagna a fronte di un investimento complessivo previsto di 630 mila euro, nasce nell’ambito nelle iniziative regionali volte alla crescita dell’appeal turistico e il potenziamento dell’offerta museale della città di Rimini, realizzata in modo che l’area museale sia accessibile sia dall’interno del teatro, dalla sala, sia attraverso un ingresso dedicato, su via Poletti. Il “Galli Multimediale”, che sarà terminato con l’apertura del Teatro di Rimini Amintore Galli, vuole essere un valore aggiunto a una struttura dedicata alla cultura. Non solo sarà l’unico esempio di teatro storico con un ambito museale sotto la propria Sala, ma anche un luogo dove conoscere l’ultima grande opera dell’Ottocento commissionata dallo Stato Pontificio prima dell’Unità d’Italia, che le scelte architettoniche e decorative decise dal Poletti furono capaci di rendere di straordinaria bellezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento